iStock
Tecnologia

Italiani sempre più online

Dal nuovo rapporto di We Are Social emerge che sono quasi 50 milioni gli italiani che accedono a Internet ogni giorno

La fotografia sul rapporto tra gli italiani e la rete ce la consegna puntualmente, come ogni anno, la ricerca condotta da We Are Social in collaborazione con Hootsuite. L'indagine demoscopica, alla sua nona edizione, evidenzia una situazione che vede l'Italia sempre più connessa e attiva, in linea con gli altri paesi occidentali.

"Il nostro paese registra ancora un trend positivo per quanto riguarda l'aumento delle persone che accedono a Internet e ai social media, ma in questa fase di maturità quello che cambia è l'utilizzo, sempre più diversificato e consapevole. Accanto a realtà come Facebook e Google, che mantengono la loro leadership, emergono nuovi canali che introducono nuove modalità di espressione e fruizione dei contenuti", commentano Gabriele Cucinella, Stefano Maggi e Ottavio Nava, CEO We Are Social.

La ricerca evidenzia infatti che ogni giorno sono 45 milioni le persone che accedono a Internet da mobile e 35 milioni quelle attive sui canali social, utilizzati in maniera sempre più diversificata, a scopo di intrattenimento, informazione, condivisione e conversazione. Considerando anche la rete fissa sono 50 milioni le persone connesse in rete ogni giorno.

Inoltre gli italiani stanno sviluppando grande attenzione per temi importanti legati alla vita online, come il controllo della propria privacy e la scelta di fonti di informazione affidabili: più di una persona su due ha espresso preoccupazione per la tematica del trattamento dei dati personali (59%) e per il fenomeno delle fake news (52%).

Tra i trend più interessanti si evidenzia una crescita del tempo passato sui canali social ora arrivato a 1 ora e 57 minuti con una media di 8 account attivi per ogni persona. La piattaforma social più attiva si conferma YouTube, seguita dalla famiglia di app di Facebook. Instagram registra la crescita più evidente anno su anno, dal 55% al 64%. In evidenza anche l'ascesa di TikTok.

Secondo il report quasi tutti gli abitanti del nostro paese possiedono uno smartphone (94%). Da mobile gli italiani utilizzano soprattutto app di messaggistica (92%), per l'intrattenimento e la fruizione di contenuti video (73%), per l'ascolto di musica (52%), per lo shopping (68%) e il gaming (43%). Cresce anche l'e-commerce: il 77% degli italiani ha dichiarato di aver effettuato almeno un acquisto nell'ultimo mese.

Forte impennata anche per l'utilizzo della tecnologia voice: il 35% degli utenti Internet italiani utilizza almeno un servizio controllato tramite la voce. In forte espansione il mondo del gaming: 4 connazionali su 5 giocano e 1 su 8 segue il live streaming di altri giocatori. Un vero e proprio boom lo registrano i prodotti personali connessi: 1 italiano su 7 possiede uno smartwatch o un dispositivo wearable (dato triplicato rispetto al 2019, dal 5% al 15%).

Interessanti anche alcuni dati globali come la penetrazione di internet che vede gli l'Islanda, il Kuwait, il Qatar, gli Emirati Arabi Uniti e il Bahrain al primo posto con un tasso del 99%, seguito da Danimarca (98%), Sud Corea, Svezia, Svizzera e U.K con un lusinghiero 96%. L'Italia è in 26ma posizione con una penetrazione all'82%. Nel mondo sono quasi 300 milioni gli utenti che hanno avuto accesso a internet per la prima volta nel 2019.

Chi non riesce proprio a staccarsi da Internet sono i filippini che in media passano 9,45 ore al giorno in rete, seguiti dai sudafricani (9,22 ore), e dai brasiliani (9,17). Gli italiani spendono invece 6 ore su Internet, un po' meno della media mondiale che è di 6,43 ore. Questa tendenza di crescita si registra anche per i collegamenti in rete da mobile, la cui media mondiale è di 3,22 ore (2,42 ore in Italia).

Tra i siti internet più consultati, sulla stima delle analisi di Similarweb, dopo i motori di ricerca e i social (Google, YouTube, Facebook, Baidu, Wikipedia e Twitter) è il porno a registrare il maggior interesse. Xvideos è in 9a posizione, Pornhub in 11a, Xnxx in dodicesima.

Ti potrebbe piacere anche

I più letti