Swarovski reinterpreta l'arte della tavola insieme a Rosenthal
Swarovski reinterpreta l'arte della tavola insieme a Rosenthal
Moda

Swarovski reinterpreta l'arte della tavola insieme a Rosenthal

Aggiungi un posto a tavola. In occasione della nuova edizione del Salone del Mobile di Milano, Swarovski fa il suo debutto in un nuovo comparto dell’homewear con il lancio della linea «Signum».

Disegnata dal direttore creativo del marchio, Giovanna Engelbert, con il supporto del rinomato brand di porcellane Rosenthal, la collezione è pensata per esaltare i momenti di gioia mostrando il magnifico heritage e l’artigianalità di queste due realtà internazionali.

In merito alla collaborazione, Mads Ryder, ceo di Rosenthal ha dichiarato: «Ci piace creare collezioni di porcellana che stimolino ricordi e uniscano persone in tutto il mondo, una visione molto in linea con quella di Swarovski – creare scintille di gioia e immaginazione con ogni interazione. Signum è l’unione di queste due ambizioni, divenute realtà».

La collezione parte da un ottagono, marchio di fabbrica del brand di cristalli, che si declina nei colori del blu, verde, giallo e rosa (da mixare per creare un servizio da tavola unico) a decorare le porcellane dove spiccano accenni dorati dipinti a mano, un altro dettaglio che si collega all’heritage e all’artigianalità di Swarovski nel disegnare e creare gioielli. Per finire, i coperchi sono impreziositi dal cristallo con l’incisione del cigno.

La collezione Signum celebra l’art de la table attraverso un nuovo approccio più contemporaneo e scanzonato che non prescinde però dalla qualità e dalla tradizione. Ispirata al movimento austriaco del XIX secolo con il suo approccio moderno verso l’arte e l’artigianalità, la collezione è gioiosa e sofisticata con un’attitudine retro-futuristica.

«Con questa collezione offriamo un nuovo modo per abbellire la vostra vita. Così come ci adorniamo con i gioielli, decorare la nostra vita con questa collezione stravagante ma elegante è motivo di gioia» ha sottolineato la Engelbert.

I più letti