Mytech

5 motivi per scaricare Microsoft Office 2016 su PC e Mac

La suite di produttività si aggiorna alla nuova versione con tanti miglioramenti. Ecco i principali

Il 22 settembre è il giorno scelto da Microsoft per il lancio mondiale di Office 2016. La nuova versione, sia per PC Windows che Mac (quest'ultima disponibile da luglio con la sottoscrizione di Office 365), è la prima ad avere strumenti innovativi di condivisione e collaborazione, un po' come succede per Google Docs all'interno del cloud di Drive. Questo vuol dire che finalmente si può lavorare con altre persone ad un solo documento Word senza dover ammassare file su file, ma utilizzando sempre una stessa base che salverà ogni singolo cambiamento e lo mostrerà all'interno di una cronologia, accessibile da computer e dispositivi mobili.

Non è di certo solo questa l'unica novità della recente release. Microsoft ha anche aggiunto l'integrazione alle videochiamate via Skype e alle ricerche su Bing, direttamente dalle pagine del software; una serie di possibilità che estendono la portata dell'ecosistema di Redmond con app e programmi oramai utilizzati da tutti (almeno Skype, meno Bing) che convivendo all'interno di un'unica piattaforma possono far risparmiare tempo prezioso agli utilizzatori.

Curiosi di scoprire tutti i buoni motivi per scaricare Office 2016 sui vostri PC e Mac? Sfogliate le pagine cliccando sulla freccia a destra!

Ricerca integrata con Bing

Si chiama Ricerca Intelligente ed è un nuovo strumento che sfrutta il motore di Bing per mostrare contenuti prelevati dal web al fianco del file che si sta editando, o leggendo. Un esempio? In un documento Word c'è una parola di cui ignoriamo il significato: basta evidenziarla e premere sul menu per scoprire cosa dicono Wikipedia o i link mostrati. A quel punto si clicca sul collegamento e si apre il browser principale. La cosa bella è che la Ricerca contestualizza le parole precedenti e successive a quella evidenziata; così se si sottolinea incontro all'interno della frase "scoperto incontro di particelle", i risultati rimanderanno alla scienza e non ad Ashley Madison.

L'aiuto che cercavi

Microsoft sa che Office è colmo di opzioni che mai utilizzeremo e che è difficile da trovare anche utilizzando il supporto locale/online. Per questo il team di sviluppo ha creato una nuova finestra in cui è possibile digitare una frase sensata, corrispondente almeno in parte ad un'opzione di cui abbiamo bisogno, per ottenere suggerimenti azzeccati e funzionali. Un Mr. Clippy rinnovato e sempre utile.

L'integrazione di Skype

Con l'obiettivo di rendere la collaborazione più semplice, Microsoft ha aggiunto Skype for Business in Word, Excel e Powerpoint. Questo vuol dire che basta accedere al menu Condivisione, presente in ognuna delle app, per scegliere gli utenti con cui condividere un file o avviare una chiamata audio-video; il tutto senza aprire lo Skype principale installato sul computer. Utile? Certo, ma solo se avete un account Business.

Riprendere il lavoro

Nonostante i tanti piccoli aggiornamenti, quello che ci interessa alla fine è poter scrivere un testo, una nota Excel o una presentazione nel modo più semplice e funzionale possibile, magari passando per dispositivi diversi. Office 2016 semplifica tutto ciò grazie ad una visione contestuale del file anche dopo averlo chiuso e riaperto. Se si modifica per giorni, settimane, un unico Word risulterà comodo poter visualizzare all'istante l'ultima pagina aperta o la casella appena editata, senza dover scorrere fino in fondo o peggio, dover cercare nel mezzo quella frase cambiata ieri. Sembreranno miglioramenti di poco conto ma alla fine, nel concreto, sono questi a fare la differenza.

Vera collaborazione

Office 2016 introduce la digitazione in tempo reale su Word, con cui due o più persone possono lavorare su un unico documento in contemporanea, senza paura di perdere una singola aggiunta o variazione. Ogni utente è indicato con un cursore di un determinato colore, con il nome visualizzato ad ogni inserimento o azione. Il tutto funziona molto bene quando c'è necessità di produrre contenuti a più mani, evitando l'invio di file plurimi (per mail, cloud, ecc.) che alla fine non fanno altro che confondere gli autori, alla ricerca delle versioni più recenti e complete delle modifiche di tutti.

Ti potrebbe piacere anche