gigi vesigna
People

Addio a Gigi Vesigna, storico direttore di Tv Sorrisi e Canzoni

Il giornalista portò il settimanale ad essere il giornale più venduto d'Italia

È scomparso sabto ad 83 anni Gigi Vesigna, storico direttore di Tv Sorrisi e Canzoni dal 1973 al 1994. La notizia ha iniziato a circolare lunedì, ad esequie avvenute, ed è stata confermata attraverso il sito dello storico settimane Mondadori. 

Il decano dei giornalisti televisivi

Appassionato di cinema e musica, entrò in Mondadori nel 1961, iniziando a lavorare al settimanale Teletutto: da quell’anno cominciò a seguire il Festival di Sanremo, di cui diventerà uno dei massimi conoscitori, e in quei mesi ideò anche il Telegatto, ispirandosi al suo gatto nero. Nel 1973 Augusto Campi, editore del Barbanera, gli affida la direzione di Tv Sorrisi e Canzoni, settimanale che sin dai primi numeri si era caratterizzato per la pubblicazione dei testi delle canzoni. Negli anni Ottanta, il periodico venne poi acquistato dalla Silvio Berlusconi editore e confluì poi in Mondadori.

Le vendite record

Gigi Vesigna fu direttore di Sorrisi fino al 1994. Durante la sua direzione, la rivista raggiunge la vendita record di 3.300.000 copie: in contemporanea il giornalista dirisse anche il settimanale Noi, sul quale realizza uno speciale a tre dimensioni del gennaio del 1994, con Valeria Marini in 3D in copertina. Quando lascia la guida del settimanale a Pierluigi Ronchetti, Sorrisi è ancora saldamente il primo settimanale italiano con 2.600.000 copie vendute. 

Il saluto di Sorrisi

La notizia è stata confermata dal sito di Sorrisi e Canzoni. "Vesigna ha portato Sorrisi, dove era arrivato nel 1967, a essere il giornale più venduto e più popolare d'Italia raggiungendo con i numeri di Sanremo degli Anni 90, i tre milioni di copie. Nel corso della sua carriera, iniziata negli Anni 50 come collaboratore di Settimana Tv, ha anche fondato e diretto Ciak, il mensile di cinema, ed è stato direttore di Forza Milan. La redazione di Sorrisi si stringe intorno alla famiglia nel dolore per la scomparsa dell'amico e collega".

© Riproduzione Riservata

Commenti