CHINA-TECHNOLOGY-TELECOM-SMARTPHONE
Smartphone & Tablet

Xiaomi Mi6: tutto quello che c’è da sapere

Design, caratteristiche, prezzo, date: ecco come sarà il nuovo smartphone di punta della casa cinese

Dove può arrivare Xiaomi? Il 2017 ci dirà qualcosa in più su questo marchio cinese che, a detta di molti addetti ai lavori, potrebbe diventare la prossima Huawei. Dai dispositivi che vedremo nel corso di quest’anno capiremo infatti quali sono le reali intenzioni del marchio: se continuerà a sfornare alternative a buon mercato o se invece cercherà una strada tutta sua, fatta di dispositivi più originali e coraggiosi.

Xiaomi Mi Mix: tre motivi per comprarlo (e tre per non farlo)


Già qualcosa si percepirà con l’uscita del Mi6, erede di quel Mi5 che - almeno fino ad oggi - è lo smartphone di maggior successo mai partorito da Xiaomi. I rumors e soprattutto le primi immagini “rubate” dagli immancabili cacciatori di leak ci raccontano di un super-telefono con schermo ricurvo (ma solo da un lato, un po’ come il vecchio Galaxy Note 4) e dalle prestazioni davvero esuberanti: processore Snapdragon 821, 4 o 6 GB di RAM, memoria fisica fino a 256 GB. Due le varianti previste: una con display da 5.15 pollici e l’altra (più grande, ma anche più performante e duinque più costosa) da 5.7 pollici

 

Una scelta di "cuore"
Proprio sulla scelta del processore si starebbero concentrando i dubbi della società. Se la scelta di un chipset Snapdragon 821 sembra essere la più razionale, c’è chi scommette su un cuore con prestazioni ancora più spinte: che si tratti del nuovo Snapdragon 835 o addirittura di un’unità proprietaria (Surge 2) con processo costruttivo a 10 o 16 nanometri? Qualunque sarà la strada seguita da Xiaomi, è evidente che la società cercherà presto o tardi di ridurre la dipendenza da fornitori esterni. L’esperienza maturata da altri produttori orientali (Huawei in primis) dimostra del resto che utilizzare componenti fatti in casa aumenta la capacità di differenziarsi dalla concorrenza.

Avrà una doppia fotocamera posteriore
Come tutti gli smartphone di ultima generazione, anche il nuovo Xiaomi Mi6 potrebbe avvalersi di un doppio obiettivo posteriore. Uno dei sensori impiegati per la fotocamera, riporta una fonte cinese ripresa da GsmArena, potrebbe derivare da quello impiegato da Sony per il suo Xperia XZ Premium, un’unità in grado di girare video fino a 960 frame per secondo.

Xiaomi, in Cina meglio di Samsung. I motivi di un successo inarrestabile


Xiaomi Mi6 dovrebbe debuttare entro la metà del mese di aprile. Stando a quanto riportato dalle fonti, i prezzi dovrebbero oscillare fra i 300 e i 350 euro all’attuale cambio con il Yuan.

© Riproduzione Riservata

Leggi anche

Xiaomi Mi5, ecco dove comprarlo

Pur essendo uno dei telefonini Android più apprezzati del momento, è introvabile nei negozi. Grazie ai distributori online, però, l'acquisto è possibile

Commenti