luigi-di maio
Cultura

Dal buio alla luce: a Garda D'Autore per capire il #rinascimento

Una rassegna di quattro giorni di eventi dedicati alla politica, all'economia, alla cultura. Sul palco: Di Maio, Salvini, Toti, Porro, Sgarbi...

Mentre va avanti il battibecco tra Mario Calabresi e i 5 Stelle che lo hanno querelato smentendo un incontro tra rappresentati del loro partito e la Lega Nord, c’è la conferma che Luigi Di Maio e Matteo Salvini, comunque, si incontreranno.

Accadrà la sera di giovedì 29 giugno, alle 21.30, in occasione della rassegna Garda D’Autore #rinascimento, ideata da Gianluigi Nuzzi con Visberbi, società di management e comunicazione di Barbara Castorina e Valentina Fontana.

Condotti rispettivamente da Nuzzi e da Paolo Liguori i rappresentati di 5 Stelle e Lega si incontreranno sul palco per parlare della loro azione politica tra populismo e popolarismo. In rappresentanza del PD, ci sarà invece il coordinatore Lorenzo Guerini.

Il buio alle spalle

Fil rouge che terrà insieme gli otto incontri delle quattro serate, tutte introdotte da Alberto Fedel, sarà #rinascimento, inteso come rinascita dopo un lungo periodo di neo-medioevo politico, economico e culturale.

Venerdì 30 giugno, sempre sulla Piazza del Municipio di Garda, si discuterà di temi economici con Nicola Porro, autore de La Disuguaglianza Fa Bene (La Nave di Teseo) e Claudio Brachino e Gianpiero Lotito, fondatore di FacilityLive, startup tecnologica nel settore ICT.

A seguire, alle 21.30 saliranno sul palco l’On. Mariastella Gelmini, l’ex europarlamentare Licia Ronzulli, la psicologa Maria Rita Parsi, autrice di Se non ti amo più (Mondadori), Barbara Benedettelli, autrice di Il maschicidio silenzioso (Il Giornale fuori dal coro) e il criminologo Achille Saletti.
 
Sabato 1 luglio, alle ore 18:30, Mauro Corona e Andrea Scanzi racconteranno delle loro ultime fatiche letterarie, rispettivamente Quasi Niente (Chiarelettere) e I Migliori di Noi (Rizzoli).

Tra denaro e bellezza

A seguire, alle ore 21.30, un dibattito dal titolo Gangbank-Perché i nostri soldi sono i loro vedrà protagonisti Gianluigi Paragone e Peter Gomez, prima di dare la parola a Claudio Brachino per un’intervista al Presidente della Regione Liguria Giovanni Toti.

I tre incontri conclusivi della prima edizione di Garda D’Autore si terranno domenica 2 luglio e vedranno dapprima ospiti due speaker di RTL102.5 Francesca Cheyenne, Conte Galè, Paolo Cavallone quest’ultimi autori di Amore & Bon Ton (Mursia), che insieme alla giornalista Chiara Besana e Mario Benedetto, autore di Fenomenologia della segretaria (Rubbettino), daranno vita ad un dibattito glamour sul bon ton delle relazioni interpersonali nell’epoca dei social network.

Successivamente, alle ore 21.00, Vittorio Sgarbi autore di Dall'ombra alla luce. Da Caravaggio a Tiepolo. Il tesoro d'Italia Vol 4 (La Nave di Teseo), condividerà il palco con il sindaco di Garda Davide Bendinelli per un racconto sulle meraviglie artistiche che caratterizzano l’area lacustre.

Più tardi: una tavola rotonda dal titolo La potente bellezza. Erotismo e religione vedrà confrontarsi Vittorio Sgarbi, Giuseppe Cruciani, la zanzara di Radio24, la giornalista Veronica Gentili, Elenoire Casalegno e Malena, ex volto del PD passata recentemente al mondo de cinema hard.

© Riproduzione Riservata

Commenti