Arkeolog Runar Hole fra Lesja løfter opp skien på funnstedet © Oppland fylkeskommune, Det brearkeologiske sikringsprogram
Cultura

Archeologia: dalla Norvegia sci di legno di 1300 anni fa

Complice le miti temperature estive, il ghiaccio, ritirandosi, ha restituito centinaia di antichi manufatti provenienti da numerosi siti

Lo sci medievale

Uno dei pezzi più interessanti rinvenuti nei ghiacciai della Norvegia è sicuramente uno sci di epoca altomedievale. E' stato scoperto nel Parco Nazionale di Reinheimen, precisamente nel territorio del comune di norvegese di Lesja nella conta di Oppland. Inizialmente si pensava che potesse essere datato intorno al 1000 d.C. . "La datazione calibrata ottenuta con il metodo al radiocarbonio è ben più antica di quello che pensavamo: 700 d.C. . In Italia significherebbe periodo Alto Medievale, è vero, ma in Norvegia la situazione storico-archeologica era ben diversa. Qui si può parlare di Età del Ferro" precisa Pilø Lars Holger, archeologo dell'Oppland County Council.

 

Solo legno e cuoio


Il manufatto è stato rinvenuto quasi completamente integro. Misura 172 centimetri di lunghezza e 14,5 centimetri di larghezza. A livello tecnico questo reperto presenta un'interessante sezione rialzata al centro dello sci. Le rigide temperature del clima scandinavo hanno anche preservato praticamente intatti i lacci in cuoio utilizzati per legare uno "scarpone" allo sci. L'archeologo Espen Finstad ha fatto notare l'eccezionalità del ritrovamento: a oggi, infatti, si conoscono solo una ventina di esemplari di sci pre-moderni provenienti da scavi archeologici norvegesi. Un esemplare molto simile a quello rinvenuto a Reinheimen è stato trovato sempre nella penisola scandinava ma in Finlandia.

Lapponi, i primi "maestri di sci"

Malgrado non esista ancora una datazione certa dell'uso dello sci, si ritiene che sia il più antico mezzo di locomozione inventato dall'uomo, ben più antico anche della ruota.
Malgrado alcuni ritrovamenti scandinavi e siberiani siano databili a 2500 anni a.C., pare che i primi veri specialisti furono i Lapponi circa 2000 a.C.. Riferimenti a un "popolo del nord" dotato di "scarpe di legno" sono presenti in Erodoto, nell'Eneide e perfino in alcune fonti cinesi.
I veri professionisti, però, furono i Norvegesi. In Norvegia gli sci furono utilizzati abitualmente durante tutto il Medioevo. Il problema è che non esisteva una tecnica per curvare e frenare. Il diretto antenato dello sci moderno venne inventato da tal Sondre Nordheim intorno al 1850. Da quel momento nacque lo sci come sport.

Il misterioso bastone runico

Sempre in Norvegia, a una quarantina di chilometri più a sud di Reinheimen, nel Parco Nazionale di Breheimen stato scoperto un bastone decorato risalente all'epoca Vichinga. Secondo gli esperti è molto difficile trovare un reperto del genere a una altitudine così elevate (circa 1900 metri s.l.m.). Questo raro oggetto è stato datato con il radiocarbonio con una certa dose di certezza intorno all'anno Mille. Finora bastoni con rune incise erano stati trovati solo in siti lungo la costa e mai su alture così elevate. Gli esperti di rune stanno cercando di decifrare la scritta ma non sono ancora giunti a una conclusione certa. La funzione di questi oggetti resta un mistero.


Rimane forse solo una suggestione pensare a questi bastoni come alle stecche da sci degli antichi sciatori norvegesi? Forse. All'archeologia l'ardua sentenza.

© Riproduzione Riservata

Leggi anche

Commenti