video

Nicola Gratteri spiega la 'ndrangheta

“Con Matteo Renzi in febbraio avevamo concordato la mia nomina a ministro della Giustizia. Gli avevo spiegato che cosa avrei voluto fare, avevo ottenuto carta bianca. Era cosa fatta. Poi, quando il presidente del Consiglio è andato  a presentare la lista dei ministri al Quirinale, è accaduto qualcosa…”. Per la prima volta dal caso politico che lo ha visto involontario protagonista, Nicola Gratteri, procuratore aggiunto di Reggio Calabria, ha parlato della sua mancata nomina a Guardasigilli. Lo ha fatto nell’incontro organizzato da Panorama d’Italia a Reggio, prima delle dieci tappe della kermesse. "In ognuno di noi - ha spiegato il magistrato - c'è l'1% di 'ndrangheta"
Ti potrebbe piacere anche