Corte di Strasburgo: Bruno Contrada non andava condannato
Corte di Strasburgo: Bruno Contrada non andava condannato
news

Corte di Strasburgo: Bruno Contrada non andava condannato

Bruno Contrada non doveva essere condannato per il reato di concorso esterno in associazione mafiosa. Lo ha stabilito la Corte di Strasburgo che applicando l'articolo 7 della Convenzione Europea su Diritti dell'Uomo – non si può essere condannati in assenza di una norma –  ha ribaltato la sentenza della giustizia italiana e 23 anni di processi iniziati con le accuse del Pm Antonino Ingroia. "Dal 1992 a oggi ho tentato in tutti i modi di dimostrare la mia innocenza – ha dichiarato Contrada il quale ora, all'eta di 84 anni, proverà ad ottenere la revisione della condanna.
Ti potrebbe piacere anche

I più letti