L'apertura dei giudici di The Voice 4
Ufficio Stampa/Foto di Piero Cruciatti
L'apertura dei giudici di The Voice 4
Musica

The Voice 4: le pagelle delle prime Blind

Commenti e voti ai talenti che si sono esibiti su Rai2 il 24 febbraio 2016

L'apertura di The Voice of Italy 4

Finalmente è iniziata la quarta edizione di The Voice. Prima prova passata per i quattro giudici Raffaella Carrà, Emis Killa, Dolcenera e Max Pezzali, che hanno inaugurato la nuova edizione con una cover di Hall of Fame.

La prima fase del programma sono le "Blind Auditions". I giudici sonodi spalle, non vedono chi sta cantando e decidono di puntare sul talento in questione solo spingendo il famoso bottone rosso sulla propria poltrona. Facendo affidamento solo sulla voce.

Ma ora vediamo tutti i talenti che si sono esibiti in questa puntata...

Annamaria Castaldi

La sua è un’esibizione intensa e durante il ritornello sa essere davvero emozionale. È sincera, al punto che convince tutti e quattro i giudici.

Brano: Pensa di Fabrizio Moro

Voto: 7+

Team Dolcenera

Debora Cesti

A spingere i giudici a sceglierla è soprattutto la sua carica. Un’esibizione ottima per iniziare un percorso come quello a The Voice.

Brano: Raggamuffin di Selah Sue

Voto: 7

Team Killa

Brian Grisetti

È vero: se porti Io che non vivo (senza te) a The Voice dimostri coraggio, soprattutto con la voce potente che ti ritrovi. Ma salire sul palco con un brano di repertorio del genere, significa rischiare di non avere nessun giudice pronto a giocarsela con te. E così è accaduto.

Brano: Io che non vivo (senza te) di Pino Donaggio

Voto: 6-

ELIMINATO

Kevin Pappano

Non è come sembra. What Do You Mean? di Justin Bieber non è un brano facile da proporre. La tentazione di essere una copia del cantante è alta, altissima. L’esibizione non ha sconvolto nessuno ma è stata credibile. Vedremo se saprà stupirci nelle prossime puntate.

Brano: What Do You Mean? di Justin Bieber

Voto: 7

Team Pezzali

Cristiano Carta

Oltre ad una camicia un po’ troppo shocking, Cristiano ha anche - e soprattutto - grinta e talento da vendere. I Got You (I Feel Good) è un pezzo perfetto per presentarsi come uno che vuole fare la differenza. Da tenere d'occhio.

Brano: I Got You (I Feel Good) di James Brown

Voto: 8 e mezzo

Team Pezzali

Davide Ruda

La sua presenza a The Voice mi risulta ancora incerta. Ha una grandissima forza. La sua versione di Bad Medicine è potente. Ma vedremo nelle prossime esibizioni se continuerà su questa onda.

Brano: Bad Medicine di Bon Jovi

Voto: 6 e mezzo

Team Killa

Giorgia Alò

Ogni anno a The Voice si assiste a scene del genere: cantanti nascosti anche al pubblico in studio (e da casa) che cantano con una tonalità che farebbe pensare a un cantante del sesso opposto. L'esibizione è onesta, ma siamo sicuri di aver bisogno di una voce del genere in Italia?

Brano: Enjoy The Silence dei Depeche Mode

Voto: 6

Team Dolcenera

Aurora Lecis

Ha il ritmo nel sangue: in caso contrario non avrebbe portato il grande successo di Nicky Minaj. Max Pezzali ha fatto molto bene a girarsi. Un genere che nel nostro Paese è poco attraversato.

Brano: Superbass di Nicky Minaj 

Voto: 6 e mezzo

Team Pezzali

Le Sorelle Baccaglini - Foxy Ladies

Sul fatto che si propongano come un gruppo inedito per il nostro Paese, non c’è alcun dubbio. In ogni caso, le tre sorelle soprano’s hanno una vocalità interessante, le loro voci si integrano perfettamente tra loro. Sapranno destreggiarsi anche in altri generi? Staremo a vedere.

Brano: Hit The Road Jack di Ray Charles

Voto: 7 e mezzo

Team Carrà

Mariangela Corvino

Mariangela ha un mondo dentro, ma forse svelarcelo tutto con il primo acuto non è stata un’ottima idea. Ha un grande talento ma ha bisogno di educare la sua voce. Rischio? Mal di testa. Un sei e mezzo di incoraggiamento.

Brano: Cry Baby di Janis Joplin

Voto: 6 e mezzo

Team Killa

Samuel Pietrasanta

Fin dai primi accordi, Samuel dimostra un grande potenziale. La sua versione così intima di Firestone è credibile. Un artista che incuriosisce molto.

Brano: Firestone di Kygo

Voto: 8 e mezzo

Team Carrà

Francesca Giuliani

Se si canta "Com'è Straordinaria la Vita" come se si stesse leggendo un foglietto illustrativo di un medicinale, è inutile farlo. Sarà sicuramente complice l'emozione, ma per fare un mestiere del genere non ci si può sbagliare: ogni errore costa caro.

Brano: Com'è Straordinaria la Vita di Dolcenera

Voto: 5

ELIMINATA

Virna Marangoni

Dà il peso ad ogni parola che canta, e questo è un ottimo punto di inizio. Sembra avere la necessità di raccontare molto. 

Brano: Roadhouse Blues dei Doors

Voto: 7

Team Pezzali

Vanessa Catarinelli

Una bella voce, ma non utilizzata al meglio. Ha fatto il suo, quello che doveva fare. Ma niente di più.

Brano: Sax di Fleur East

Voto: 5 e mezzo

ELIMINATA

Fabio De Vincente

Suona il pianoforte e propone una versione ancora più intima di Say Something. Con pacatezza ha svelato alcune parti di sé. 

Brano: Say Something di A Great Big World

Voto: 8

Team Dolcenera

Ti potrebbe piacere anche

I più letti