Casio G-Shock
Tecnologia

5 tentativi (non riusciti) di distruggere un G-Shock

Gli stress test più estemi mai praticati sugli orologi "corazzati" del gruppo Casio

Qualche giorno fa abbiamo avuto la possibilità di testare dal vivo il nuovo G-Shock Mudmuster, ultimo modello “corazzato” del popolare brand nato da una costola di Casio. Orologio alla mano, pardon al polso, ci siamo avventurati fra le Grotte di Oliero e le rapide del Brenta per saggiare - con successo - le doti di resistenza a fango, sabbia e polvere declamate dall’azienda giapponese.

Il nostro test, per quanto impegnativo, è però poca cosa rispetto alle tante prove estreme pubblicate in rete da alcuni coraggiosi utenti G-Shock. Basta farsi un giro su YouTube e affini per scoprire che esiste un esercito di coraggiosissimi tester pronti a massacrare - letteralmente - il proprio dispositivo, pur di dimostrarne l'indistruttibilità dinnanzi a praticamente tutti gli agenti esterni (cadute, acqua, shock termici e altro).

Qui di seguito vi mostriamo alcuni tentativi (non riusciti) di distruggere un G-Shock [Scorri Avanti per continuare].

Distruggere un G-Shock passandoci sopra con un mezzo pesante

Una tv giapponese ha voluto mettere alla prova alcuni modelli G-Shock ricorrendo a una serie di prove davvero estreme. In una di queste si vede un GW-5000 calpestato brutalmente da un muletto. 

Distruggere un G-Shock utilizzandolo come disco da hockey

Nel Vermont, l’hockey è lo sport nazionale. E qualcuno è venuta la tentazione di cambiere le regole del gioco sostituendo il classico disco di gomma con un oggetto di pari resistenza. Un G-Shock ad esempio...

Distruggere un G-Shock portandolo a 200 metri sotto il livello del mare

Una delle prove più impegnative per qualsiasi orologio è il test d’immersione a profondità estreme. In questo video si vede un G-Shock portato a 200 metri di profondità e oltre 20 bar di pressione. Ecco il risultato.

Distruggere un G-Shock immergendolo in un pentolino d’acqua bollente

La resistenza all’acqua e agli shock termici è una delle prerogative del marchio G-Shock. In questo video si vede un GA-1000 letteralmente “bollito” in pentola e successivamente raffreddato. Test anche in questo caso superato brillantemente.

Distruggere un G-Shock mettendolo nel congelatore

Dopo la prova nel pentolino bollente poteva mancare quella nel congelatore? No di certo. Ecco com’è andato il test a -18 gradi di questo G-shock Tough Solar GR8900a.

Ti potrebbe piacere anche