Uomini e Donne 2013, dietro le quinte dello show con Max Valvano
(Ufficio Stampa)
Uomini e Donne 2013, dietro le quinte dello show con Max Valvano
Televisione

Uomini e Donne 2013, dietro le quinte dello show con Max Valvano

"Il segreto del successo del programma? L'entusiasmo e la spontaneità dei protagonisti" dice Valvano

Tra corteggiamenti, sfilate e baci mancati, Uomini e Donne continua a fare il pieno di ascolti. In particolare la versione over, ormai appuntamento culto per milioni di telespettatori, instancabili aficionados delle intricate vicende sentimentali dei tronisti agé. Per aggiungere un elemento in più, quest’anno Maria De Filippi e i suoi autori si sono inventati la ‘capsula’, dove le dame e i cavalieri entrano per farsi rinfrescare il look (anche a seconda del tema della sfilata). A prendersi cura di loro ci pensa la stylist Anahi Ricca, affiancata da un team di esperti di cui fa parte anche Max Valvano. L’hair stylist delle dive – a lui si affidato molti personaggi, dalla D’Urso alla Santarelli passando per Vieri e Melissa Satta - racconta a Panorama.it curiosità e lati inediti del people show di Canale 5.

Max, come te lo spieghi il successo del programma?

Credo dipenda da diversi fattori, a cominciare dalle intuizioni vincenti della De Filippi. Alla formula iper collaudata, si aggiunge l'entusiasmo e la spontaneità dei protagonisti: quando vengono da noi ci raccontano tutto, dai problemi sentimentali, all’antipatia per certi corteggiatori fino alla dentiera che balla. Noi ci divertiamo tantissimo e penso che la gente a casa lo capisca: per qualche ora ci si svaga senza pensare ai problemi di tutti i giorni.

Avrai anche tu le tue dame e i tuoi cavalieri preferiti…

Sono molto affascinato dalla signora Maria Luisa, che è una donna di una certa età ma con un carisma pazzesco. Mi ha colpito da Teresa - che ha un’ironia pazzesca ed è sempre allegra – e mi piace Rossella.

E delle altre due protagoniste di questa prima fase di programma, cioè Elga e Barbara, che ne pensi?

Elga ha una grandissima classe. Barbara non la conosco se non per quello che ho visto dai video: non mi piace molto il suo carattere e stando ai commenti dei miei clienti, direi non è molto amata.

Dei cavalieri, invece, che dici?

Mi piacciono Samuel, anche se parla poco, e Antonio che, al contrario, parla troppo. Mi sta molto simpatico Rocco, che ho scoperto essere un vicino di casa dei miei nonni in Puglia.

Dopo quasi vent’anni dietro le quinte, ora sei passato davanti alle telecamere.

Ho accettato anche perché conosco da tempo Anahi (che cura il look, tra le altre, a D’Urso, De Filippi e Panicucci, ndr) e sapevo com’era strutturato il programma. E’ una bella esperienza, anche perché la trasmissione è una macchina organizzativa perfetta.

Quanto ad Ahani, ha un carattere particolare difficile da decifrare.

Nella ‘caspula’ stravolgiamo il look in base ai temi delle sfilate e diamo il nostro parere sul look. Lei è una persona molto schietta e soprattutto molto espressiva: il suo volto e i suoi occhi dicono tutto. Con lei non ci sono mezze misure e io la apprezzo tantissimo.

Tina Cipollari, storica opinionista del programma, vi ha definito un ‘covo di vipere’.

Non ci conosce, perciò non so come faccia a definirci tali. Noi siamo lì per commentare e dire la nostra: lo facciamo d’istinto, come se fossimo seduti in poltrona a casa nostra. Qualche volta siamo un po’ pungenti, ma mai cattivi.

Da diversi anni sei l’hair stylist di Barbara DUrso: lei che ti dice di questa esperienza?

E’ contenta. Io sono un po’ matto e scherzando le ho detto: “Adesso ti lancerò io la linea, visto che vado in onda prima di te”. Lei è scoppiata a ridere. Tra di noi c’è un rapporto di stima e di amicizia. L’ho conosciuta attraverso amici in comune ed è iniziata una bella collaborazione. E’ una delle ultime grandi professioniste che ci sono in tivù.

E ora hai la fortuna di lavorare anche con Maria De Filippi.

Lavoro in tivù da tanti anni ma di persone come lei ne ho incontrare poche. E’ pazzesca. E’ a capo di una macchina perfetta e non le sfugge nessun dettaglio.

Oltre alla D’Urso, hai messo le mani in testa a molti personaggi, dalla Canalis a Vieri passando per la Satta e la Nargi.

Sai, il nostro lavoro è un po’ un passaparola. Spesso mi chiedono “com’è quella velina?”, “è simpatico quel calciatore?”. Io non li vedo come celebrità perché molti di loro sono diventati amici e sono persone con cui passo le vacanze, esco e condivido momenti belli e brutti.

Hai fama di essere un discreto Cupido, tra l’altro.

E’ vero: ho fatto conoscere Federica Nargi e Alessandro Matri e si sono fidanzati, ad esempio. Idem Costanza Caracciolo e Alessandro Fogacci. Io però a quarant’anni sono single…forse mi dovrei proporre come tronista (dice ridendo). Sia chiaro che scherzo!

A proposito: ora che hai assaporato il fascino della tivù, ti piacerebbe tentare la carriera televisiva?

Per ora mi concentro su Uomini e Donne e sul mio lavoro. Se dovessi mai fare un programma, lo farei con Anahi: ci divertiamo molto e c’è grande sintonia tra di noi. Potremmo fare una cosa alla Ma come ti vesti. Ma il vero colpo di scena sarebbe se ci chiamassero a fare Pechino Express: saremmo una coppia pazzesca.

Ti potrebbe piacere anche

I più letti