The Voice 2, c'è anche un ex di Amici tra i selezionati della quarta puntata
(Ufficio Stampa)
The Voice 2, c'è anche un ex di Amici tra i selezionati della quarta puntata
Televisione

The Voice 2, c'è anche un ex di Amici tra i selezionati della quarta puntata

Ieri sera la penultima delle Blind Audition: mancano undici concorrenti per completare i team e passare alle Battle

I quattro team di The Voice 2 sono quasi al completo. Dopo la quarta puntata di Blind Audition, mancano infatti solo undici cantanti per completarele squadre e passare alle Battle con le sfide dirette che dimezzeranno i concorrenti. Tanti i talenti che si sono sfidati a suon di acuti ieri sera, tra cui alcuni volti noti, già visti in talent e altri programmi tivù. Come Pietro Napolano, ex di Amici 4. Ecco il meglio e il peggio della serata.

RAFFA DIETOLOGA. Istrionica Carrà, ieri sera ha tirato fuori un altro lato inedito, quello di dietista. Il primo a salire sul palco è Carmine Cirillo, in arte Kavour, omosessuale dichiarato accompagnato dal compagno (in questo The Voice è assolutamente gay friendly, viva dio!). L’uomo sfodera una bella voce e un discreto girovita: per lui si girano Noemi e la Raffa, che lo bacchetta subito per l’eccessivo peso. “Qui c’è un po’ da lavorare”, dice indicando la pancia. “Ti farò lavorare un po’ per perdere qualche chilo”: quello della forma fisica è evidentemente il suo tarlo. E alla fine l’aspirante cantante sceglie proprio lei. “Accetto la sfida”. Modalità 7 chili in 7 giorni.

MISTERO CORREANI. Ma che fine ha fatto Valentina Correani? È vero che il ruolo della V-Reporter viene fuori soprattutto durante la fase dei live, ma fino ad ora le è stata riservata appena una manciata di secondi, giusto per annunciare la pubblicità. Non sarà un po’ troppo poco?

J-AX SUPERSTAR. Anche questa settimana gli Ax-forismi sono stati uno dei momenti cult della puntata. Ecco alcune perle. “Mi piaci perché sono per quegli artisti che come me non sono da cartellone pubblicitario”. “Voglio vederti finire con un acuto piegata in avanti con l’alito che mi arriva fino a qui”. “Io cerco qualcosa di più cattivo: tu mi hai fatto un’esibizione da gattini con il maglioncino di cachemire natalizio addosso”. “Questa canzone l’ho sentita così tante volte che mi fa sentire chiuso in un bagno senza finestra: tu sei aria fresca”. “Hai cantato così bene che stanno già scrivendo la tua pagina Wikipedia”. “Ho visto uno dal pubblico scrivere su un cartellone il suo numero di cellulare per te e ho capito di dover premere”. “Mi sento come un turista americano davanti al bidet: so che ha uno scopo ma non so quale”. “Sei partito male ma dopo migliorato. Come quelle ragazze che al liceo sembrano Tyson e dieci anni dopo le rivedi e sono la Campbell”.

REALITY PARENTAME. Capitolo parenti. Ce ne sono alcuni esilaranti, altri più dimessi, altri ancora che sbragano e piangono come se non ci fosse un domani (sempre consolati dal conduttore Federico Russo, ormai dispensatore vivente di abbracci). Un reality nel talent, va detto, roba da desiderare ardentemente un second screen per non perderne nemmeno un secondo.

DA AMICI CON FURORE. Anche questa settimana non sono mancati i déjà-vu. Dopo Alessandra Drusian dei Jalisse - scartata alla terza puntata - questa volta tocca a Francesca Romana D’Andrea: durante l’rvm di presentazione non lo racconta, ma basta una googolata per scoprire c’ha provato in tutti i modi a sfondare. Nel 2011 con Star Academy, il tremendissimo talent di Rai Due chiuso dopo poche puntate, poi nel 2012 prima con Veline e poi con Amici dove fu bocciata alla prima puntata del pomeridiano. Questa volta le va meglio e finisce nel team Carrà. Entra poi Pietro Napolano, ex Amici 4, che con l’amico Piero Romitelli aveva formato il duo musicale Pquadro e partecipato a Sanremo 2007 nella categoria Giovani: per lui ingresso in extremis con J-Ax che si gira all’ultimo secondo. Destini diversi per altri due concorrenti: Jacopo Ratini, visto a Sanremo nel 2010, non passa mentre supera le audizioni al buio Valerio Jovine: per il componente dei 99 Posse si girano sia Piero Pelù che J-Ax e lui sceglie di andare in squadra con quest’ultimo. “Ottima scelta: coltiviamo le stesse passioni e anche le stesse piante”, gli dice malizioso il rapper. 

I TEAM. Manca una sola puntata per chiudere le Blind Audition e passare alle Battle (per fortuna, perché cinque puntate di audizioni sono davvero troppe). Ogni team sarà composto da sedici concorrenti: J-Ax è già a quota 15, dunque glie ne manca solo uno; Noemi e Piero Pelù sono a 13, mentre Raffaella Carrà è quella più indietro con 12 concorrenti.

Ti potrebbe piacere anche

I più letti