Senza identità: al via la nuova serie con Megan Montaner
Ufficio Stampa Mediaset
Senza identità: al via la nuova serie con Megan Montaner
Televisione

Senza identità: al via la nuova serie con Megan Montaner

La trama si snoda attorno ad un complicato caso di adozione illegale

Dalle atmosfere ovattate de Il Segreto all'adrenalina di Senza identità. È Megan Montaner, l'amatissima Pepa Balmes della soap spagnola, la protagonista della nuova serie in onda in prima assoluta da questa sera - venerdì 12 dicembre alle ore 21 - su Canale 5: nei sei episodi si scoprirà passo dopo passo la storia di Maria, una donna che dopo essere riuscita a fuggire da una prigione decide di vendicarsi della propria famiglia che le ha nascosto la verità sulla sua adozione. Ancora una volta sarà dunque un incredibile segreto del passato a sconvolgere la vita del personaggio intepretato dalla Montaner.

Senza identità, la trama

La protagonista di Senza identità è una ventisettente madrilena di ottima estrazione sociale, avvocato e informatico con un futuro molto promettente. Ad un certo punto, la ragazza scopre di non essere figlia biologica dei suoi genitori. Sentendosi ingannata e tradita dai genitori adottivi, si mette alla ricerca febbrile e segreta delle proprie origini e decide di trasferirsi in una cittadina andalusa dove entra in contatto con la propria famiglia biologica che scopre essere l'esatto opposto del nucleo famigliare che l'ha adottata. Da quel momento, la giovane avvocatessa intepretata da Megan Montaner, prova a venire a capo delle vicende del suo passato che scoprirà essere un caso di adozione illegale.

Il personaggio della Montaner

Ma chi è davvero Maria Fuentes? Fin dalla nascita ha vissuto senza problemi in un ambiente raffinato e apparentemente privo di conflitti. Suo padre è un noto magistrato. La famiglia materna, formata per lo più da medici e giuristi, fa parte della borghesia più ricca e rispettata di Valladolid. Maria lavora come avvocato in uno studio prestigioso e ha davanti a sé un futuro promettente anche se si sente più realizzata in un altro tipo di occupazione a cui si dedica nelle ore libere: aiuta persone a rischio di esclusione sociale. Quando scopre di non essere figlia biologica dei propri genitori, decide di intraprendere una ricerca ossessiva delle proprie origini: ed è attorno a queste vicende che si snoda la sceneggiatura dell'avvincente thriller in sei puntate.

 

Ti potrebbe piacere anche

I più letti