Rai Viale Mazzini
Televisione

Rai: forniture bloccate, le scorte di trucco stanno finendo

Secondo Viale Mazzini il blocco è dovuto alle nuove norme sulla trasparenza degli appalti

 

Sì, ci sono le grandi manovre dell'ad Rai Antonio Campo Dall'Orto in vista dei nuovi palinsesti del 2016/2017 - l'ultimo boatos rilanciato dall'AdnKronos parla di un possibile ritorno di Paolo Bonolis il prossimo autunno - ma qualche volta è l'ordinaria amministrazione a fare notizia. Così in poche ore è diventata virale la denuncia fatta del sindacato autonomo Snater, secondo cui le forniture di prodotti cosmetici alla tivù di Stato sono bloccate da tre mesi e dunque le scorte di trucco stanno per finire. 

Le scorte di trucco in Rai stanno finendo 

Proprio mentre il factual di Rai 2 Detto Fatto, condotto da Caterina Balivo, insegna a milioni di donne come valorizzarsi proprio attraverso trucco e parrucco, Mamma Rai vive una piccola crisi sul fronte delle scorte, arrivate ai minimi storici, tanto che Viale Mazzini sarà costretta a intervenire con una soluzione temporanea che consenta di arrivare alla fine della stagione televisiva. La denuncia è partita dal sindacato autonomo Snater, attraverso il suo segretario nazionale Piero Pellegrino, che al quotidiano Repubblica ha spiegato: "Gli ordini sono fermi da tre mesi e se non si trova subito una soluzione il risultato sarà che ospiti di fama mondiale, giornalisti e politici di turno andranno in onda senza un velo di cerone, proprio come mamma li ha fatti. Chi invece ci rimetterà davvero la faccia saranno i professionisti del trucco Rai".

Ecco perché le forniture sono bloccate

Showgirl, politici, conduttori e comparse, quasi nessuno si sottrae al rito del trucco prima di andare in onda e spesso i truccatori sono artefici di mezzi miracoli, capaci di trasformare in presentabili anche i più bruttarelli (le star del piccolo schermo hanno però quasi sempre truccatori personali). Di andare in onda "come mamma li ha fatti" non se ne parla proprio e prima che la protesta monti, i vertici Rai troveranno un accordo con l'Ufficio Trucco, che spinge per ottenere prodotti di qualità visto che il trucco di scena - si pensi a programmi come Tale e Quale Show - richiede standard qualitativi importanti. Da Viale Mazzini fanno intanto sapere che il problema c'è ed è causato dal blocco imposto dalle norme sulla trasparenza degli appalti: le nuove leggi hanno infatti complicato e rallentato le procedure.

© Riproduzione Riservata

Leggi anche

Commenti