MasterChef 9
Ufficio Stampa Sky
MasterChef 9
Televisione

MasterChef 9: al via la nuova edizione, 5 cose da sapere

Torna il talent cooking show con Bruno Barbieri, Antonino Cannavacciuolo e Giorgio Locatelli, su Sky Uno dal 19 dicembre. Ospiti, esterne e novità di MasterChef 9

Pronti, cuochi, via. La grande attensa è finita: giovedì 19 dicembre scatta ufficialmente l'ora di MasterChef 9. Il prinicipe dei talent cooking show, il più longevo e imitato (spesso male), torna con due importanti novità ma con l'impianto complessivo pressoché intatto. Del resto, perché cambiare quando le cose funzionano? Ecco 5 cose da sapere sul programma cult di Sky Uno.

MasterChef Italia 9, torna la giuria a tre

Dopo otto stagioni consecutive il pubblico di MasterChef dovrà fare a meno di Joe Bastianich, nel frattempo migrato verso altri lidi televisivi (dopo Amici 19, sarà nella giuria di Italia's Got Talent 2020). Si torna dunque alle origini con la giuria a tre, come nelle prime edizioni: il veterano è sempre l'iper stellato Bruno Barbieri, a MasterChef dalla prima edizione, affiancato da Antonino Cannavacciuolo (alla sua quinta edizione consecutiva), e Giorgio Locatelli, riconfermato dopo l'ottimo innesto della scorsa stazione. 

C'è una novità, il grembiule grigio

Sale il livello gli chef diventano sempre più esigenti. Così, gli aspiranti concorrenti dovranno superare tre step per aggiudicarsi un posto nella Masterclass: oltre alla consueta presentazione di un piatto a scelta, ci sarà il test di abilità e la sfida finale. I tre sì daranno diritto al grembiule bianco con l’accesso diretto alla sfida finale mentre chi riceverà solo due sì dovrà indossare il grembiule grigio e tentare di conquistare i giudici nel secondo step di selezione, ovvero nella prova di abilità. A questa potrà accedere anche chi riceverà solo un sì, ma a patto che uno dei giudici decida di scommettere sull’aspirante chef in prima persona apponendo la sua firma sul grembiule grigio: una possibilità che i tre giudici possono sfruttare solo una volta ciascuno durante tutta la fase di selezione.


Il meccanismo della gara e lo Skill Test 

Una volta formata la Masterclass con i 20 aspiranti MasterChef, la gara entra nel vivo con un’altra importante novità. Oltre alla Mystery Box, l’Invention Test e il temutissimo Pressure Test, da quest’anno si aggiunge lo Skill Test. Di che si tratta? È una sorta di “esame a sorpresa” che coinvolgerà tutti i concorrenti, i quali dovranno mettersi alla prova su una specifica abilità richiesta dai giudici. Lo Skill Test, che coinvolgerà i concorrenti in due occasioni, sarà suddiviso in tre step - ognuno dei quali affidato a un giudice - e decreterà l’eliminazione di un concorrente.

Gli ospiti di MasterChef 9

Ospiti stellati e chef internazionali sono di casa nelle cucine di MasterChef e anche quest'anno non mancheranno le guest star blasonate: primo fra tutti, il Maestro Iginio Massari, giudice dell'immancabile sfida di pasticceria, temutissima dagli aspiranti chef. In arrivo poi il giovane chef Jeremy Chan - una stella Michelin per il suo ristorante Ikoyi, a Londra, dove propone una cucina dalle forti influenze africane - e ancora Henrique Fogaça, giudice dell’edizione brasiliana di MasterChef, e cuoco che ha conquistato Rio De Janeiro grazie ai suoi ristoranti dove a farla da padrona è la carne.

Le esterne e l'operazione zero sprechi 

Scenari incantevoli e ambientazioni spettacolari. Non c'è MasterChef senza esterne, che diventano snodi fondamentali per l'esito della gastro-competizione. Si comincia con la prova alla Tenuta Colombara, a Livorno Ferraris (in provincia di Vercelli) dove si produce il riso Acquerello, amato dai foodies di tutto il mondo. Il team di MasterChef Italia fa poi tappa al Teatro Regio di Parma, Capitale della cultura 2020, e al celebre Armani Ristorante a Milano, dove la tradizione culinaria italiana viene interpretata in chiave internazionale. L’ultima esterna porterà i concorrenti in un iconico ristorante stellato all’estero dove i cuochi ancora in gara avranno l’ultima opportunità di impressionare i giudici e guadagnarsi un posto in finale.

Anche questa edizione di MasterChef sarà plastic free ed eco-friendly, promuovendo il consumo consapevole ed ecosostenibile. Tutti i prodotti di consumo legati al cibo (piatti, bicchieri, posate, vassoi, tovaglioli) sono di natura compostabile ed ecosostenibile mentre la gran parte degli alimenti non impiegati per le prove è stata donata all’Opera Cardinal Ferrari Onlus di Milano.

Per saperne di più: 


Ti potrebbe piacere anche

I più letti