ANSA / DANIEL DAL ZENNARO
Televisione

Furore, il ventennale dello show di Rai 2 tra effetto nostalgia e cult

Il meccanismo e i giochi sono immutati, il conduttore anche. Tina Cipollari oscura gli altri ospiti

Sarà l'effetto nostalgia o lo straniante déjà vu, ma il ritorno in tv di Furore al pubblico è piaciuto. Lo dicono gli ascolti, 1.910.000 spettatori e l’8,12% share con picchi di oltre 2.400.000 per la prima puntata, e lo dicono le reazioni del pubblico sui social network: venerdì sera l'hashtag #Furore è entrato nella classifica dei trending topic conquistando la prima posizione e durante la serata è entrato persino tra i trend mondiali. Un po' in fondo c'era da aspettarselo, perché a vent'anni di distanza lo show di Rai 2 condotto da Alessandro Greco resta un brand ancora molto forte e riconoscibile.

Furore, il ritorno dello show cult di Rai 2
La formula è sempre la stessa, immutata e immutabile: prendi un gruppo di vip (o presunti tali), dividili in due squadre (maschi contro femmine), dagli un microfono in mano e una serie di canzoni e tormentoni musicali da cantare (e massacrare). In mezzo il conduttore-arbitro supremo, lo stesso di vent'anni fa (colore di capelli incluso), e il gioco è fatto. Furore è un format semplice e godibile e anche se non c'era bisogno di stravolgere nulla, una spolverata al meccanismo in fondo era necessaria: i giochi sono sempre gli stessi - dal karaoke arcobaleno alla canzone interrotta e il ballo della scopa - l'atmosfera di cazzeggio anche, lo stile di conduzione pure. 

La "rinfrescatina" annunciata non c'è stata e l'unica verà novità è l'innesto di Gigi e Ross, anche se il risultato è che i due comici - ingaggiati come animatori delle due squadre - depotenziano il conduttore, il più felice di tutti per questo ritorno sulle scene che ha il sapore di un tuffo negli anni '90. "È finita la noia, è tornato Furore", urla a più riprese Greco. Il ritmo nel complesso è buono, ma i momenti di imbarazzo non sono mancati.

Tina Cipollari mattatrice della prima puntata 
A fare la differenza sono come sempre gli ospiti e molto dipende da quanto si prestano alle prove e ai giochi. In attesa di capire chi saranno le guest star della seconda puntata - che verrà registrata giovedì - a sbancare al debutto è stata Tina Cipollari: l'opinionista di Uomini e Donne ha fatto se stessa, minacciando ironicamente di lasciare lo studio quando Alessandro Greco ha citato la sua "arcinemica" Gemma Galgani, e ha oscurato gli altri vip. Il momento cult? Quando è salita sul bancone esibendosi in una parodia di Lady Gaga, diventata virale in pochi minuti. Visto il successo, in molti sperano di rivederla anche venerdì prossimo. 

Rai.tv
L'ingresso di Tina Cipollari e Max Giusti
Ti potrebbe piacere anche

I più letti