Jenna Coleman, Peter Capaldi e Michelle Gomez
Jason Merritt/Getty Images
Jenna Coleman, Peter Capaldi e Michelle Gomez
Televisione

Doctor Who, la nona stagione: 5 cose da sapere

Ancora in corso nel Regno Unito, in Italia arriverà a gennaio

A gennaio 2016 su Rai4

La nona stagione di Doctor Who nel Regno Unito ha debuttato il 19 settembre 2015 su BBC One ed è ancora in corso. Composta di dodici puntante, in Italia arriverà a gennaio 2016 su Rai4 anche se nei giorni scorsi il festival Lucca Comics & Games ha proiettato in anteprima nazionale la prima puntata The Magician’s Apprentice alla presenza del capo sceneggiatore e produttore esecutivo Steven Moffat e dello sceneggiatore Jamie Mathieson, al secondo anno nel team.
Doctor Who è la più longeva serie televisiva fantascientifica, prodotta e trasmessa dal 1963. Il segreto del successo? "Condensa tutto il meglio di quello che c’è nel resto della televisione. Ogni episodio può essere l’episodio numero uno, chiunque può iniziare a vedere la serie da qualsiasi puntata e non avrà alcun problema", hanno detto i due alla stampa a Lucca.

Ancora Peter Capaldi

La nona stagione è la seconda in cui compare Peter Capaldi, dodicesimo Dottore, Signore del Tempo dall'aspetto umano che viaggia attraverso lo spazio e il tempo nel Tardis, un veicolo simile a una tipica cabina telefonica britannica (blu). 
A ogni rigenerazione e quindi a ogni nuovo Dottore e attore gli sceneggiatori devono far fronte a cambiamenti del personaggio. "In realtà è l’attore che interpreta il Dottore a fare la differenza. Guardandolo sulla pagina, è incredibile quanto i vari dottori siano simili fra loro: nelle storie originali il Dottore è sempre il Dottore. Quello che cambia è la recitazione", ha detto a Lucca Moffat, sceneggaitore anche di un'altra serie tv di successo, Sherlock.
Capaldi è stato confermato anche per la decima stagione. 

Episodi doppi

Per la prima volta da quando Doctor Who è tornato con la nuova serie nel 2005, la maggior parte degli episodi (dieci su dodici) presenta più storie, non veri e propri episodi doppi. "Stiamo decisamente cambiando ritmo", aveva già annunciato Moffat. "Non saranno episodi doppi convenzionali, creeremo storie collegate tra loro, ma il pubblico non sarà in grado di capire il quale modo saranno legate tra loro. Stiamo dando una svolta al modo di raccontare le storie, per avvicinarci al tono della grande avventura".

Da Jenna Coleman a Michelle Gomez, i ritorni

Jenna Coleman ritorna come Clara Oswald, assistente del Dottore: per lei è la terza stagione in seno a Doctor Who e anche l'ultima. Ma torna anche Michelle Gomez con la sua temibile Missy, l'ultima incarnazione del Maestro, il principale villain del Dottore nell'ottava stagione.
Avremo di nuovo a che fare anche con i mostri Zygon e, a sorpesa, rivedremo Ingrid Oliver nei panni di Osgood, la scienziata molto amata dal pubblico. 

La critica

Metacritic dà alla nona stagione un punteggio di 8.2 su 10, basato su 31 giudizi. Rotten Tomatoes gli attribuisce invece un 100% di giudizi positivi (su 18 recensioni). 
Noam Cohen del New York Observer addirittura osa: "Sulla base dell'episodio The Zygon Inversion (l'ottavo, ndr) Sono pronto a dichiararlo: la 9 è la migliore stagione di Doctor Who".
The Guardian scrive: "Comunque la si pensi, che abbia funzionato o no, questo scogliere le storie in due parti ha certamente messo a punto un nuovo modo di portare peso al divertimento".

Ti potrebbe piacere anche

I più letti