Barbara D'Urso: "Me lo sento, condurrò Sanremo"
(Ufficio Stampa)
Barbara D'Urso: "Me lo sento, condurrò Sanremo"
Televisione

Barbara D'Urso: "Me lo sento, condurrò Sanremo"

Anche Ezio Greggio si candida alla conduzione del Festival: "Con me, Iacchetti e la Hunziker gli ascolti volerebbero"

“Condurrò il Festival di Sanremo. Me lo sento”. E’ sicura e determinata Barbara D’Urso: più che un’autocandidatura, un auspicio per il futuro. Intervistata dal settimanale Chi, la conduttrice di Pomeriggio 5 e Domenica Live si lascia andare ad una confessione a cure aperto sulla vita privata e sul lavoro. L’amore? Barbarella è single dopo a fine della storia con l’avvocato Felice Massa: “Siamo amici come prima, tutto qui”. Per questo si concentra sul lavoro, che quest’anno le sta dando grandi soddisfazioni e qualche polemica.

 

I POTERI DI BARBARA. Dopo il “vaffa” alle Iene e le polemiche incrociate sui giornali, la scorsa domenica Belen Rodriguez ospite di Massimo Giletti è tornata a pizzicare la D’Urso, ironizzando sul suo presunto potere in Mediaset. “Ho il potere di non rispondere alle cattiverie e di restare serena - spiega a Chi – So gestire il mio lavoro, questo sì che è un bel potere”. Poi va oltre e dice: “Se di potere si può parlare, mi sento di avere un gran controllo sulla mia mente, un controllo che mi aiuta nel lavoro e mi permette di razionalizzare”.

SANREMO, IL GRANDE SOGNO. “Certo. Condurrò Sanremo”, risponde quando le domandano se salirà mai sul palco dell’Ariston. “Me lo sento. Quando sarà il momento giusto, lo farò. Adesso sono troppo giovane, però arriverà il momento e l’occasione. Conosco la pancia del pubblico”. La D’Urso promuove poi il Festival di Fazio e della Littizzetto, ma aggiunge: “Mi rendo conto che forse non era molto popolare. La gente vuole Al Bano. Io ho mandato come inviata per Domenica Live Loredana Lecciso, e ci volevano le guardie del corpo per proteggerla dall’affetto della gente”.

ANCHE GREGGIO E’ PRONTO. Molto meno tenero con Fazio è invece Ezio Greggio, che in un’intervista al quotidiano Il tempo si è lasciato andare a giudizi assai taglienti. “Sanremo quest'anno non avrebbe fatto paura a nessuno, con il calo di ascolti che ha avuto in questa edizione e, d'altra parte, come poteva essere diversamente visto che sembrava proprio il Festival dell'Inps: al posto dei fiori sulle bancarelle circolavano ossigeno e pannoloni”. Poi lancia l’autocandidatura: “Con me, Enzo Iacchetti e Michelle Hunziker gli ascolti di Sanremo volerebbero. Però Luciana Littizzetto la vorrei accanto, anche perché io sono più figo di Fazio”. Il conduttore uscente di Striscia - da lunedì tornano Ficarra e Picone - confessa che qualche contatto con la Rai in passato c’è stato, poi dice: “Io meccanismi nuovi da proporre ce li avrei ma col cacchio che li racconto: nel momento in cui ci saranno presupposti giusti tirerò fuori i miei assi”. 

Ti potrebbe piacere anche

I più letti