Ape Escape: "Il secondo posto a X Factor? Non ce lo aspettavamo proprio"
(Ansa)
Ape Escape: "Il secondo posto a X Factor? Non ce lo aspettavamo proprio"
Televisione

Ape Escape: "Il secondo posto a X Factor? Non ce lo aspettavamo proprio"

"Non ci aspettavamo nemmeno la seconda posizione", racconta il gruppo della squadra della Ventura

“Siete brutti, siete vecchi, vedo le ciabette”. Non c’è dubbio che il tormentone lanciato da Simona Ventura abbia portato davvero bene agli Ape Escape: se è vero che i gruppi a X Factor di solito hanno vita breve (e complicata), il trio di Nocera ha scompaginato ogni pronostico, scalato la vetta e sfiorato la vittoria della settima edizione. Un secondo posto che Antonio ‘Escher’ Pagano, Tony D’Alessio e Matteo ‘Doppia D’ D’Acuto davvero non si aspettavano: prima della pausa natalizia si godono il successo e già pensando a come far fruttare il “tesoretto” di visibilità conquistato grazie al talent. A Panorama.it raccontano questi primi giorni post X Factor 7.

Cari Ape Escape, soddisfatti del secondo posto?

Molto soddisfatti. A dirla tutta non ci aspettavamo nemmeno la seconda posizione: pensavamo che il nostro percorso sarebbe finito prima, invece siamo riusciti ad arrivare alla finale e a giocarcela discretamente bene.

Che effetto vi ha fatto esibirvi sul palco del Forum d'Assago?

Beh è stato incredibile, un grande onore. È stata l'inaspettata chiusura di un percorso bellissimo: portare il rock e il rap sul palco è stata la nostra vittoria. E poi esibirsi con Elisa è stato grandioso: lei è un genio e nonostante la grandissima emozione siamo anche riusciti a divertirci.

Tra le prime a credere fortemente in voi è stata Simona Ventura?

Lavorare con lei è stato un onore perché Simona è una grande professionista: ci ha dato massima libertà negli arrangiamenti e la possibilità di sperimentare e divertirci. Alla fine si è anche commossa e ha detto di essere molto soddisfatta di noi e del nostro lavoro. Ed è stato bello lavorare con lei e con la coach Paola Folli, una persona meravigliosa.

Il momento più complicato durante le otto puntate live?

In assoluto la puntata dedicata alla musica dance: è stata una spina nel fianco (dicono ridendo). In generale invece è stato un percorso sereno e tranquillo: la vera sfida per noi è sempre stata quella di fare nostro ciò che ci veniva proposto. E anche sbagliando, siamo arrivati al secondo posto.

E poi c'è Invisibili, il vostro inedito che in questo momento è nella top 20 su iTunes. 

Siamo molto contenti dell'inedito perché ha un sound "apocalitico" che ci rappresenta al cento per cento. Sicuramente non è dance (dicono ridendo). Scherzi a parte, è stato bello poter presentare un brano scritto da noi (la musica è invece Andrea Bonomo) e siamo contenti che piaccia.

Archiviato X Factor, quali sono i prossimi obiettivi?

Questa è una settimana molto impegnativa, poi torneremo a casa per festeggiare il Natale in famiglia. La vera sfida ora è fare nostro tutto ciò che abbiamo imparato in questa esperienza e migliorare ancora: l’essere in continua evoluzione è ciò che ci contraddistingue. Poi ci piacerebbe fare tanti live e magari anche un tour con tutti i nostri colleghi di X Factor. Sarebbe davvero bellissimo.

Ti potrebbe piacere anche

I più letti