ANSA/DANIEL DAL ZENNARO
Sport

Io difendo Wanda Nara: ecco perché

Attaccata per i modi in un mondo che non conosce regole. Difesa dal marito (Icardi), paga essere donna in un ambiente maschilista

Difendo Wanda Nara perché mi pare che tanti, contro di lei, siano mossi più da invidia e pregiudizi che da ragioni oggettive e critiche. In un mondo molto maschilista come quello del calcio difendo Wanda Nara e il suo diritto a raccontare che è la procuratrice del marito (e nessun altro) esattamente come altri parenti si inventano procuratori del figlio, fratelli, cugino o nipote senza che nessuno gli rompa le palle.

Difendo Wanda Nara perché sarà anche un po' arruffona, disordinata e a tratti improvvisata ma in fondo gioca con i soldi e la vita sua e della sua famiglia e quindi è meglio lei di tanti altri che, invece, lo fanno sulla pelle e sulla carriera di giovani a loro sconosciuti.

Difendo Wanda Nara perché mi sono scocciato di sentirmi raccontare che "non si fanno trattative mediatiche" come se lei fosse la prima e l'unica nella storia del calcio.


Wanda Nara: "L'Inter aveva venduto Icardi alla Juventus" I VIDEO

Difendo Wanda Nara perché preferisco la sua spontaneità molto passionale a quelli che la criticano per i modi e poi vivono di mal di pancia dei loro assistiti o gli fanno recapitare a casa improbabili certificati medici ad hoc.
A proposito di modi e di stile...

Difendo Wanda Nara perché la difende il marito che, alla fine, è l'ultimo e unico che ha ragioni per decidere se gli va bene o no. Noi al massimo possiamo esprimere un'opinione disinteressata e poi occuparci d'altro dopo cinque minuti.


Difendo Wanda Nara perché la fanno passare per venale attaccata ai soldi ed è la procuratrice di uno che ha segnato 120 gol in cinque anni e mezzo all'Inter e guadagna meno di altri 8-9 colleghi che giocano in Serie A.

Difendo Wanda Nara perché ci dà un titolo ogni volta che parla o mette un post sui social. Quindi è una specie in estinzione, da conservare con la massima cura. Meglio lei di tanti altri che da maestrini la criticano e che nella maggior parte dei casi farebbero carte false per prendere il suo posto e cominciare un minuto dopo a fare la stessa cosa: attaccare il club, chiedere il rinnovo, dire (o far dire al giornalista amico) che ci sono società interessate etc...

Difendo Wanda Nara - in ultima istanza - perché adesso la obbligheranno a fare un esame (giusto) per continuare a poter dire che è la procuratrice del marito. E sono sicuro che lei lo farà e lo supererà. Magari in maniera un po' disordinata e arruffona, ma anche solo per dire agli altri che aveva ragione lei.

La difesa di Mauro Icardi sui social...

tratto da Instagram
Ti potrebbe piacere anche

I più letti