MotoGP

MotoGP, Motegi: Dovizioso batte Márquez al rush finale. Terzo Petrucci, Rossi ko

Il forlivese vince un duello spettacolare e si porta a -11 punti dal campione del mondo in carica. Petrux non delude; Valentino cade e si ritira

Andrea Dovizioso

Cristina Marinoni

-

Sotto il diluvio, Andrea Dovizioso conquista il GP del Giappone, quindicesima tappa del Motomondiale. Marc Márquez lotta fino all'ultima curva, ma deve accontentarsi del secondo posto. Danilo Petrucci termina terzo dopo aver condotto per qualche giro, mentre Valentino Rossi rientra ai box per una caduta. Buona prestazione di Andrea Iannone, quarto.

Il capolavoro di "Dovi"

Sulla nona casella quando i semafori si spengono, il pilota della Ducati recupera subito posizioni. Ad aspettarlo in prima linea c'è il "Marcziano": ancora una volta Dovizioso riesce a gestire con una lucidità fenomenale la pressione del migliore rivale, pronto a sferrare un attacco appena ha l'occasione. Il rush finale al Twin Ring Motegi ricorda quello al Red Bull Ring: all'undicesima curva "Desmodovi" passa Márquez, che replica subito, ma il romagnolo non gli lascia spazio e resta davanti fino al traguardo. Il compagno di squadra Jorge Lorenzo, partito a razzo, termina sesto.

La resa di Márquez

Il fuoriclasse di Cervera prende di nuovo paga dal forlivese a pochi metri dalla bandiera a scacchi. Come sempre il catalano rischia tutto pur di vincere, ma alcuni errori sull'asfalto inzuppato non lasciano scampo; se poi a inseguirlo è un rivale tosto come Dovizioso, il talento folle di Márquez non basta. Con il secondo posto di Motegi il campione del mondo in carica festeggia 100 podi nel Motomondiale e, sconfitto, parte per Phillip Island più agguerrito che mai.

Gli italiani

Dovizioso disputa un GP da manuale, Petrucci ottiene un terzo piazzamento eccellente (quarto podio stagionale) con la Ducati del team satellite Octo Pramac Racing e Andrea Iannone conclude quarto: è la sua prestazione migliore dell'anno. L'abruzzese, undicesimo nelle qualifiche, risale la classifica nonostante le condizioni difficilissime della pista e lascia il Giappone con il sorriso. Gara da dimenticare per Rossi, mai competitivo nel weekend sebbene abbia ritrovato una buona condizione fisica dopo la frattura di tibia e perone.

Il Mondiale

Il testa a testa tra Dovizioso e Márquez continua: i due hanno vinto 5 gare ciascuno. Il leader, però, è il rider della Honda, con un margine ridotto rispetto a quello di Aragón: con la vittoria di oggi, il ducatista rosicchia 5 punti preziosissimi e arriva a 233, -11 dal catalano (a quota 244). Ormai è un duello per la vittoria finale perché a Motegi Maverick Viñales si piazza nono e si allontana dalla testa della classifica: resta terzo, ma con 203 punti è a -41 da Márquez.

© Riproduzione Riservata

Leggi anche

MotoGP, intervista a Johann Zarco: "La prima vittoria? Non c'è fretta"

Dalla calma zen alla scuola di moto, il rookie francese che dà del filo da torcere ai top rider si racconta

MotoGP, Cal Crutchlow: "Smetto quando vado a scuola (per accompagnare mia figlia)"

A pochi giorni dalla gara di casa, il pilota inglese del team LCR Honda si racconta

Le donne del Motomondiale

Il paddock è territorio esclusivo degli uomini? Non più, la quota rosa cresce di stagione in stagione: dieci (tra le tante) protagoniste si raccontano

Commenti