Siqueira
JAVIER SORIANO/AFP
Siqueira
Sport

Juventus, ecco Siqueira. Affare fatto con l'Atletico Madrid

Il difensore brasiliano, ex promessa dell'Inter, è l'ultimo colpo della società bianconera. Non è una seconda scelta

Dopo settimane di tira e molla, la svolta, da definire nei dettagli nelle prossime ore: sarà Guilherme Magdalena Siqueira il difensore che vestirà il bianconero della Juventus. Il 29enne terzino sinistro brasiliano, la scorsa stagione all'Atletico Madrid, è stato preferito ad Alex Sandro, a lungo corteggiato dal club torinese ma difficile da raggiungere a causa della richiesta (non meno di 20 milioni di euro) firmata dal Porto, titolare del suo cartellino. Siqueira costerà la metà o giù di lì, ma non per questo va considerato una seconda scelta. Tutt'altro. Agli ordini di Diego Simeone, tecnico dei Colchoneros, il giocatore di Florianopolis è sceso in campo spesso dal primo minuto, collezionando complessivamente, tra campionato, coppe nazionali e Champions League, 37 presenze e una rete, segnata al Levante nel maggio scorso. A proposito di Champions: c'era anche lui nella sfida del 9 dicembre 2014 allo Stadium di Torino, nella gara conclusiva della fase a gironi. Finì 0-0 per la gioia di entrambe le formazioni, che guadagnarono il pass per il turno successivo. Alla Juve ritroverà Mario Mandzukic, suo compagno di spogliatoio fino a poche settimane fa.

L'arrivo di Siqueira consentirà a Max Allegri di avere una doppia scelta di qualità sulla fascia sinistra, con Evra che avrà la possibilità di tirare il fiato nei momenti caldi della stagione, e Asamoah che sarà dispensato da incarichi difensivi che non fanno parte del suo dna. Il laterale brasiliano ha deciso di lasciare Madrid per fare posto al connazionale Filipe Luis, reduce dall'esperienza poco felice al Chelsea di Mourinho. Siqueira conosce molto bene il calcio italiano. L'Inter lo arruolò nel 2004 per il suo settore giovanile, ma non lo fece mai debuttare in prima squadra. Come la Lazio, che lo prelevò nel gennaio del 2006 senza regalargli la gioia della "prima" sui campi della Serie A. Traguardo che verrà tagliato invece qualche mese dopo con la casacca dell'Udinese (esordio il 10 settembre a Messina), che gli consegna le chiavi per l'affermazione internazionale. Sì, perché dopo aver girato Siqueira all'Ancona per il campionato di B targato 2008/09, il club friulano decide di passarlo al Granada, società spagnola controllata dalla famiglia Pozzo. Due anni dopo, l'esplosione. La Liga è pazza di lui e se ne innamora. Lo cercano in tanti, lo prende il Benfica, che lo trattiene però soltanto per una stagione, durante la quale Siqueira vince campionato, Coppa di Portogallo e Coppa di Lega portoghese. Chiama l'Atletico, che nel frattempo aveva detto sì al trasferimento di Filipe Luis al Chelsea, e l'affare si fa per 10 milioni di euro. La stessa cifra che il club spagnolo avrebbe chiesto alla Juve per completare l'operazione. 

Chris McGrath/Getty Images Sport
Con Torres e Koke all'Atletico Madrid
Ti potrebbe piacere anche

I più letti