Inter, Kovacic sacrificato per Dzeko?
Ansa
Inter, Kovacic sacrificato per Dzeko?
Sport

Inter, Kovacic sacrificato per Dzeko?

Thohir vuole una grande punta (dopo l'addio di Milito) e sul mercato finisce il gioiellino che non ha convinto Mazzarri

In casa Inter sono già iniziate le grandi manovre per la prossima stagione. Sul mercato si terranno d'occhio occasioni low-cost da pescare nei parametri zero sparsi per il Vecchio Continente e giovani in rampa di lancio. Un grande colpo nel reparto offensivo Erick Thohir è intenzionato a regalarlo al popolo nerazzurro. In modo da mitigare l'addio all'eroe del Triplete 2010 Diego Milito, che farà ritorno in Argentina dove lo vuole fortemente il Racing Avellaneda.

Chi rimarrà a Milano, oltre a Rodrigo Palacio fresco di rinnovo fino al 2016, è Mauro Icardi. L'ex Sampdoriano non migrerà in Spagna all'Atletico Madrid come circolato nelle ultime ore ed è felicissimo di continuare ad indossare la maglia interista. In attesa di valutare con il Parma il futuro di Ishak Belfodil (a metà con i ducali), Ausilio è volato spesso in Inghilterra e in Spagna per valutare da vicino i profili per la nuova Inter. Il preferito si chiama Edin Dzeko, in scadenza con il Manchester City nel giugno 2015.

L'elevato ingaggio del bosniaco non sarebbe un problema insormontabile in quanto verrebbe spalmato su più anni. Se la trattativa decollerà o meno, dipenderà dalle richieste dei citizens per il cartellino dell'ex Wolfsburg. L'alternativa si chiama Alvaro Morata, gioiellino del Real Madrid il cui rinnovo di contratto slitta ad arrivare. Le Merengues per cederlo hanno sparato alto, chiedendo venticinque milioni per il cartellino del Campione d'Europa con la Selecìon iberica Under 21. Alla finestra ci sono anche Juventus, Arsenal e Manchester United.

Proprio i Red Devils rivoluzioneranno il proprio organico in estate: nei piani di David Moyes non rientra più il messicano Hernandez. "El Chicharito" è stato proposto ai nerazzurri per la prossima stagione dal fratello, nonchè agente del numero quattordici biancorosso Eduardo Hernandez. Al momento c'è stato un canonico contatto di mercato e nulla di più. Nessun accordo nè tantomeno trattative impostate e delineate fra i club come circolato dal Regno Unito. L'ultima missione londinese di Piero Ausilio, infatti, è stata incentrata su Obi Mikel. Il nigeriano rappresenta la prima scelta per il centrocampo e i contatti proseguono in maniera fitta e continua con l'entourage del giocatore, anche se l'ingaggio del mediano del Chelsea appare troppo elevato per le attuali casse del club di Corso Vittorio Emanuele.

A meno di una cessione eccellente per fare cassa e autofinanziare in parte il mercato. L'indiziato numero uno appare Mateo Kovacic. Il giovane regista croato fa gola in Premier League ed in Bundesliga. Le continue panchine riservate da Mazzarri hanno allontanato il classe '94 dal progetto interista, anche se il suo agente Nikki Vuksan a Panorama.it ha voluto glissare sulla questione invece di affondare il colpo: "E' presto per fare valutazioni ed esprimersi in merito al futuro di Kovacic. Fino al termine della stagione non intendo affrontare questo argomento. Mateo è felice all'Inter? Non voglio rispondere. Così come alle questioni riguardanti il mercato e gli interessamenti di altri club. Per ora preferisco restare in silenzio e non dire nulla". Poche parole da interpretare, ma che potrebbero far presagire un addio dell'ex Hajduk Spalato in caso di offerta intorno ai dodici-quindici milioni durante la sessione estiva di calciomercato.

Ti potrebbe piacere anche

I più letti