Perché Mario Balotelli non sbaglia mai i rigori?

Mai un errore in carriera, 13 gol su 13 occasioni. Il segreto di Supermario è nella rincorsa e nella capacità di controllare la tensione

Mario Balotelli zittisce il pubblico del Cagliari dopo aver segnato l'1-1 su calcio di rigore (Getty Images)

Matteo Politanò

-

Ancora Mario Balotelli, ancora un calcio di rigore, ancora un dito sulla bocca a zittire il pubblico rivale. Supermario segna il terzo gol in due partite e regala al Milan un punto importante contro il Cagliari a nove minuti dal fischio finale. Ancora una volta la sua rincorsa dal dischetto è preludio ad un finale già scritto: portiere da una parte e palla dall'altra. Con la rete al cagliaritano Agazzi la sua media nei penalty sale a 13 su 13, una statistica del 100% con nessun errore in carriera. Alla sua altezza restano solo Gaetano D'Agostino (con gli ultimi 10 rigori trasformati indossando le maglie di Messina, Udinese, Fiorentina, Siena e Pescara) e Adelio Moro (10 su 10 tra il 1971 e il 1983 con le maglie di Atalanta, Ascoli e Cesena). Nel podio dei migliori di sempre troviamo invece il trio Santos, Vivolo, Virdis con 16 rigori segnati su 17 calciati. De Gregori cantava "Nino non aver paura a sbagliare un calcio di rigore, non è mica da questi particolari che si giudica un giocatore". Mario non ha paura, ma soprattutto non sbaglia mai. Perchè?

La rincorsa e il controllo della tensione:

Nella hall of fame dei giocatori con più reti dal dischetto svetta Roberto Baggio con 68 centri e 15 errori (83 tirati in totale), prima di Francesco Totti (59 reti, 16 errori), Alessandro Del Piero (50 reti, 9 errori), Giuseppe Savoldi (45 reti, 11 errori) e Giuseppe Signori (52 reti, 8 gol). La tecnica di Mario Balotelli ha un senso preciso e si basa su velocità e studio dell'avversario. La sua rincorsa è infatti il momento più importante dell'esecuzione, un passo che spesso viene interrotto pochi istanti prima di calciare, giusto in tempo per capire le intenzioni del portiere avversario. Altro punto di forza è sicuramente il controllo della tensione, come confermato dallo stesso Balotelli in una recente intervista al Time. Nella lunga chiacchierata con i giornalisti, in un articolo intitolato "The meaning of Mario", il calciatore italiano svela i suoi trucchi sui calci di rigore ammettendo di intraprendere ogni volta una "guerra di nervi con il portiere avversario". Alla precisa domanda sulla sua infallibilità dal dischetto la risposta è infatti: "io so controllare le mie emozioni".

Tra i migliori di sempre:

Statistiche a parte la tecnica di tiro di Mario Balotelli è sicuramente uno dei principali punti di forza della punta nata a Palermo. Anche in Inghilterra, durante la sua militanza nel City, numerosi tabloid sportivi hanno portato l'attenzione sulla sua infallibile classe dal dischetto. "E' sicuramente uno dei tiratori più forti e precisi al mondo" aveva spiegato il portiere degli Sky Blues Joe Hart. Alcuni lo hanno anche ribattezzato "penalty king" facendo riferimento al più difficile calcio dagli undici metri nella sua esperienza inglese. Quello contro il Borussia Dortmund, un rigore decisivo in Champions League realizzato nel finale di partita nonostante le provocazioni del portiere tedesco Weidenfeller.

Gli studi:

Un recente studio dell'Università di Hong Kong ha analizzato oltre 200 rigori calciati durante le partite di Champions League, Coppa d'Africa e coppa Uefa ottenendo statistiche interessanti. Solo il 18% dei rigori viene neutralizzato e nel 96% dei casi i portieri si dispongono leggermente sulla destra o sulla sinistra rispetto al centro della porta in un decentramento medio quantificato in circa 9,95 centimetri. Una tecnica che serve per convincere l'attaccante a calciare nella zona con maggiore spazio. Secondo l'Università di Amsterdam invece, dopo aver analizzato tutti i calci di rigore battuti nelle varie Coppe del Mondo dal 1982 all'ultima edizione in Sudafrica, i portieri si tuffano in egual misura a destra e a sinistra, ma se la loro squadra è in crisi e si trova in svantaggio, si tuffano di più a destra. Sorprende invece un dato sui portieri che decidono di non tuffarsi: chi resta fermo para il penalty nel 33,3% dei casi.

L'inventore del rigore:

Il calcio di rigore è stato inventato dal calciatore irlandese William McCrum nel 1890. Era direttore di un industria tessile e portiere del Milford Everton. Stanco dei continui falli di mano vicino alla porta che falsavano gioco e risultati propose alla Federcalcio irlandese, di cui faceva parte, di punirli con un tiro libero e senza avversari in barriera da 12 yards di distanza, 11 metri. Il dischetto dentro l'area di rigore fu invece introdotto per la prima volta nel 1902.

I migliori rigoristi italiani:

                               Segnati                      Calciati              Sbagliati

Baggio R   .                 68                                83                    15

Totti                            59                                75                    16

Del Piero                     50                                59                    9

Savoldi                        45                                56                    11

Signori                         44                               52                     8

Nyers                          36                                50                    14

Maradona                    30                                34                     4

Boninsegna                  29                                34                     5

Rivera                          27                                34                     7

Pruzzo                         26                                35                     9

Pulici                           26                                31                     5

Liedholm                      25                                32                      7

Piola                            25                               38                     13

Van Basten                  25                               27                       2

Ibrahimovic                   24                               26                       2

Altobelli                        24                               35                     11

Balbo                           24                              27                      3

Cervato                         24                              32                       8

Maraschi                      24                              27                       3

Shevchenko                  24                              29                       5

Riva                             23                              31                        8

Giordano                      23                              27                        4

Mancini                        22                               33                      11

Balotelli                       13                               13                        -

© Riproduzione Riservata

Commenti