Calcio

Il record (al contrario) di Modric e la lezione per le italiane

Il croato fuori dalle nominations del Pallone d'Oro vinto nel 2018. Eppure sul mercato quanti lo avrebbero voluto...

modric pallone oro 2018

Giovanni Capuano

-

Non era mai capitato che il vincitore del Pallone d'Oro fosse escluso, l'anno successivo, addirittura dalle nominations. Luka Modric, centrocampista del Real Madrid e della Croazia, ha stabilito questo record al contrario per coronare un 2019 da dimenticare dopo che la stagione precedente lo aveva visto premiato con il massimo riconoscimento personale grazie allo straordinario Mondiale della sua nazionale e alla terza affermazione di fila del Real in Champions League.

Modric è stato e resta un grande campione, però la sua parabola negli ultimi dodici mesi racconta di come il calciomercato a volte sia una vetrina luccicante ed ingannevole. Nell'estate 2018, nella finestra dello scorso inverno e ancora a luglio e agosto in molti si sono avvicinati al Real Madrid per provare a strappare il croato, facendo leva anche sulla scadenza nel 2020 del suo contratto.

Tutti respinti, ma a leggere oggi il ruolino di marcia di Modric nel 2019 non è detto che sia andata male. In picchiata nella fase di discesa della scorsa stagione, conclusa con l'addio alla Champions League, malissimo nell'avvio di questa in cui è partito titolare due sole volte mettendo insieme la miseria di 246 minuti in campo. Infortuni, condizione carente, scelte di Zidane e difficoltà del Real Madrid: tutto ha contribuito alla partenza negativa che ha completato l'opera portando al record (al contrario) della mancata presenza nell'elenco dei 30 candidati al Pallone d'Oro.

La lezione deve essere ascoltata e mandata a memoria da tutti e in particolare dai club italiani. Gli sconti fiscali consentono di provare ad attrarre grandi firme del calcio, anche nomi con alle spalle una carriera di altissimo livello. E' una grande occasione, ma l'usato (per quanto garantito) va valutato con attenzione prima di investirci sia in termini economici che di aspettative. Modric resterà un grande del calcio europeo e mondiale, ma prenderlo con in mano il Pallone d'Oro non sarebbe stato un affare per nessuno.

© Riproduzione Riservata

Commenti