storari
Getty Images
storari
Sport

36a serie A, top e flop: Storari che volo! Eto'o da dimenticare

Bertolacci ancora tra i più decisivi come Nainggolan. Maxi Lopez non segnava così tanto dal 2011: ecco i migliori e peggiori del turno

A due giornate dalla fine del campionato le uniche posizioni ancora in discussione sono quelle per la zona Europa. La Sampdoria cade in casa contro la Lazio e viene superata dal Genoa vittorioso a Bergamo per 4-1. I biancocelesti hanno tentato il sorpasso ad una settimana dal derby ma la Roma è riuscita a superare l'Udinese per 2-1 in rimonta all'Olimpico. Il Cagliari torna in serie B dopo 11 anni mentre oggi scendono in campo le due semifinaliste di Europa League: alle 19 la Fiorentina contro il Parma e alle 20,45 Napoli e Cesena. Chi sono stati i migliori e peggiori giocatori del turno? Per scoprirlo continua a cliccare...

Top - Marco Storari (Juventus)

Quando viene chiamato in causa riesce sempre a stupire. Il suo doppio intervento sulle conclusioni di Palacio e Icardi è da applausi e conferma l'affidabilità del numero 12 più forte del campionato. Allegri lo premierà mandandolo in campo da titolare nella finale di coppa Italia contro la Lazio, una chance meritata per un portiere che sarebbe titolare in gran parte delle squadre di serie A. 

Flop - Samuel Eto'o (Sampdoria)

L'involuzione del gioco blucerchiato passa soprattutto per le difficoltà in fase realizzativa. L'ex Barcellona inventa e tenta sempre la giocata ma conti alla mano la Sampdoria non tira in porta. Contro la Lazio ha l'opportunità per segnare a tu per tu con Berisha ma il suo destro a giro finisce fuori per l'incredulità di tutto il Luigi Ferraris. Fino ad oggi un solo gol, troppo poco per una mano in chiave Europa League. 

Top - Andrea Bertolacci (Genoa)

Il grifone vola, espugna Bergamo e supera in classifica Fiorentina e Sampdoria. Contro i bianconeri il centrocampista romano dirige l'orchestra di Gasperini e segna il gol del 2-1 con un'azione personale da applausi, iniziata con un tunnel e conclusa con un destro in rete. Insieme a Perin è il principale protagonista di una stagione da applausi. 

Flop - Silvan Widmer (Udinese)

Il suo liscio dà il via al gol di Torosidis per il 2-1 giallorosso che tiene la Lazio a -1. Stramaccioni gli chiede spinta e rifornimenti per le punte ma la corsa non è supportata dalla precisione nei traversoni, spesso fuori misura. Lo svizzero classe 1993 sta per chiudere la sua seconda stagione in serie A: fino ad oggi 18 presenze e 2 reti. 

Top - Radja Nainggolan (Roma)

Emblema di una Roma che non molla e vuole difendere con le unghie il secondo posto in classifica. Lotta su ogni pallone, contrasta e imposta, segna il gol del pareggio, propizia quello del vantaggio e prende un palo. Ad una settimana dal derby la sua condizione fisica impone ottimismo.

Flop - Luca Rossettini (Cagliari)

I sardi tornano in serie B dopo 11 anni e il difensore ex Siena è il peggiore in campo nella partita dell'addio alla massima serie. Il gol partita di Vazquez nasce da un suo svarione difensivo, errore che punisce la squadra di Festa nel giorno più triste da un decennio. Troppo calcati i limiti tecnici della difesa rossoblù, soprattutto considerando anche l'altro centrale Diakitè. Adesso bisogna ricostruire. 

Top - Maxi Lopez (Torino)

L'esperienza nella Torino granata si sta rivelando piena di soddisfazioni. Contro il Chievo Verona di Maran, sua ex squadra fino a gennaio, segna una doppietta con un'elevazione possente per l'1-0 e una fuga di 40 metri conclusa in gol. In 30 partite ha segnato 7 gol (1 a Verona in 17 partite), numeri che non aveva dalla stagione 2010/2011. 

Ti potrebbe piacere anche

I più letti