23a serie A, top e flop: strepitoso Niang, Ogbonna è davvero da Juve?
Getty Images
23a serie A, top e flop: strepitoso Niang, Ogbonna è davvero da Juve?
Sport

23a serie A, top e flop: strepitoso Niang, Ogbonna è davvero da Juve?

Il francese fa sognare i genoani a una settimana dal derby. Male Paletta, bene Guarin

Nella 23a gioranta di Serie A i testacoda tra Roma - Parma e Cesena - Juventus producono due clamorosi pareggi che lasciano invariato il distacco tra prima e seconda. Non ne approfitta il Napoli che crolla al Barbera contro il Palermo mentre avanza la Fiorentina, vittoriosa a Reggio Emilia contro il Sassuolo per 3-1 con la prima rete in serie A di Salah. Scatenato il Genoa che ne segna 5 al Verona e raggiunge in classifica la Sampdoria di Mihajlovic, in crisi nera ad una settimana dal derby della Lanterna dopo la nuova sconfitta per 2-1 a Verona sponda Chievo. Il Milan non va oltre l'1-1 in casa con l'Empoli e i tifosi contestano, l'Inter di Mancini vince invece a Bergamo contro l'Atalanta. Chi sono stati i migliori e peggiori del turno? Per scoprirli continua a cliccare...

Top - Niang (Genoa)

Il Genoa di Gasperini spazza via il Verona con un 5 a 2 che porta la doppia firma del francese in prestito dal Milan. Niang sta finalmente dimostrando di avere le qualità che a Milanello avevano solo intravisto e la prima doppietta in serie A serve come ulteriore iniezione di fiducia ad una settimana dal derby di Genova contro una Sampdoria nettamente in crisi di gioco e di risultati. 

Flop - Gabriel Paletta (Milan)

L'argentino è arrivato per mettere ordine nella difesa rossonera ma contro l'Empoli succede esattamente il contrario. Non riesce a trovare la sua posizione in mezzo al campo e tutto il reparto ne risente. Come se non bastasse sul gol del pareggio empolese con Maccarone le sue responsabilità non sono poche. Del difensore che aveva raggiunto la nazionale azzurra ad oggi restano solo i ricordi...

Top - Franco Brienza (Cesena)

A 35 anni il fantasista di Cantù è ancora in serie A a regalare sprazzi di grande calcio. Dalla sua ennesima prodezza balistica arriva il gol del 2-2 che fa sognare i tifosi romagnoli e blocca la capolista. E' già alla quinta rete in campionato in 17 presenze, bottino niente male per essere la punta di una squadra in lotta per non retrocedere. La sua carriera parla chiaro: è la rete numero 86 in 519 partite da professionista. 

Flop - Pawel Wszolek (Sampdoria)

La crisi dei blucerchiati è sempre più profonda e dopo la batosta di Torino arriva la sconfitta per 2-1 a Verona contro il Chievo. Mihajlovic cambia tanto in vista del derby e come terzino destro va in campo il polacco, deludente in quel ruolo già nella coppa Italia contro l'Inter. E' lui ad avventurarsi in un dribbling sciagurato che dà il via libera a Meggiorini per il gol del 2-0 clivense. Chissà se lo rivedremo di nuovo in Serie A. 

Top - Mohamed Salah (Fiorentina)

L'egiziano arrivato dal Chelsea nell'operazione Cuadrado dimostra alla prima occasione di essere un grande acquisto per la serie A. Contro il Sassuolo arrivano tre punti e il primo gol in campionato all'esordio. L'intesa con i compagni di reparto sembra già in grado di far la differenza e la sua capacità di svariare su tutto il fronte d'attacco è indispensabile per il credo tattico di Vincenzo Montella. Ottimo acquisto. 

Flop - Seydou Doumbia (Roma)

L'ultimo acquisto del mercato giallorosso si presenta nel peggiore dei modi di fronte al suo nuovo pubblico. I festeggiamenti per la vittoria della coppa d'Africa con la Costa d'Avorio devono aver inciso non poco perché Doumbia appare lento, impreciso e fuori condizione. L'attacco di Rudi Garcia è abulico e la lotta scudetto sembra esaurisi sul muro di un Parma ormai condannato già da settimane. 

Flop - Angelo Ogbonna (Juventus)

Andrea Barzagli è tornato a giocare per 70 minuti con la primavera e anche Massimiliano Allegri ha ammesso di attendere a breve il suo rientro. I tifosi bianconeri esultano perché anche a Cesena la prestazione di Ogbonna non è arrivata alla sufficienza. L'ex del Torino ha sofferto la velocità di Brienza e Defrel sin dal primo minuto ed è sembrato troppo leggero anche negli scontri fisici con Djuric. In tanti si chiedono: è davvero un giocatore da Juventus?

Top - Mattia Destro (Milan)

Nelle difficoltà dei rossoneri di Inzaghi c'è anche da registrare una nota positiva. L'attaccante arrivato a gennaio dalla Roma si sblocca segnando alla prima occasione e mostrando così di non aver perso il suo smalto sottoporta. Dietro il Milan balla ma in avanti la sua intesa con Menez e compagni di reparto sembra in netta crescita. La ripartenza dei rossoneri (l'ennesima) può iniziare da lui. 

Flop - Josè Callejon (Napoli)

Lo spagnolo vive il momento più difficile dal suo arrivo in Italia. In estate avrebbe voluto tornare in Spagna all'Atletico Madrid ma per il presidente De Laurentiis era incedibile. Dopo un avvio devastante a suon di gol oggi però l'ex Real sembra in netta difficoltà fisica e mentale. Contro il Palermo non spinge mai come dovrebbe e risulta uno dei peggiori in campo in una pesante sconfitta. 

Top - Fredy Guarin (Inter)

La partita perfetta del colombiano che lancia l'Inter e fa esaltare i tifosi interisti. Sempre presente in mezzo al campo archivia la pratica Atalanta con due reti spettacolari: prima un interno sinistro imparabile per Sportiello, poi un destro a giro dalla distanza che va ad insaccarsi sotto la traversa. Fosse sempre così decisivo il suo cartellino non avrebbe prezzo sul mercato. 

Ti potrebbe piacere anche

I più letti