Le web bufale della settimana - Ep.47
Olycom
Le web bufale della settimana - Ep.47
Società

Le web bufale della settimana - Ep.47

Le notizie più assurde apparse in Rete negli ultimi 7 giorni

1. Bambine rapite dai rom

Campo Rom Ansa

Ciclicamente l'"Al lupo, al lupo" sui presunti rapimenti di bambini operati da rom, zingari e mendicanti torna a circolare in Rete. Qualche tempo fa, ad esempio, al parco dei divertimenti di Gardaland sembrava che i minori sparissero con una facilità sconvolgente e in Rete venivano condivise storie (bufale) di rapimenti dei piccoli operati da zingari infiltrati. Ora a riportare in cima alle notizie virali della settimana il tema sempre caldo ed attuale è un post partito dalla provincia di Prato dove un comune cittadino ha scritto su Facebook: "Due bambini di 5 e 7 anni sono state trovate con la testa rasata nei bagni Coop pronti per essere portate via da zingari".

Le forze dell'ordine locali, interpellate dalla stampa, non hanno mai avuto notizia di un simile reato commesso di recente nè alla Coop nè altrove. La notizia era, dunque, falsa. Che esista un problema legato alla sparizione dei minori è un dato di fatto, ma lanciare falsi allarmi non giova a nessuno di coloro che davvero combatte questo fenomeno.

2. E' morto Michael Douglas

L'attore americano, Michael Douglas al centro del gossip dopo la confessione shock sul papilloma virus ed il suo cancro (Credits: BORIS HORVAT/AFP/Getty Images)

Immancabile come il Natale torna anche questa settimana la bufala sulla falsa morte di un vip. Questa volta a toccare ferro è Michael Douglas, dato per defunto lo scorso 5 giugno. La bufala è circolata per almeno 48 ore con tutta la solita girandola di condoglianze e ricordi del grande attore. Ad ucciderlo sarebbe stato un ritorno del cancro alla gola che aveva sconfitto nel 2011. In realtà Douglas, 71 anni, sta bene ed è vivo e vegeto.

3. Legalizzata la poligamia

sesso a tre istockphoto

A Milano sarebbe stato celebrato il primo matrimonio poligamo in Italia tra tre donne e un uomo. La notizia è chiaramente falsa, ma sui social in molti ci hanno creduto.

Posto che un uomo potrebbe concedersi tre amanti, ma tre mogli tutte insieme non sarebbe in grado di gestirle, la bufala del via libero alla legalizzazione della poligamia riportava il nome di un inesistente eurodeputato firmatario della legge che, si diceva era "Nata per adeguarsi ai tempi che corrono". Il marito plurimo sarebbe stato tale Antonio Tantedonne il cui nome sapeva di fake lontano un miglio. In tanti però ci hanno creduto e il post bufala ha collezionato migliaia di clic e condivisioni.

4. Sigarette a 18 euro

Altro cavallo di battaglia degli amanti delle bufale online è quello che riguarda l'aumento del prezzo delle sigarette questa settimana, secondo un post che circolava sui social, pronte ad arrivare alla cifra di 18 euro al pacchetto. Ovviamente si tratta di una bufala e non c'è nessun ddl pronto all'approvazione che porta le bionde a simili picchi. Ciò non toglie che l'allarme sui rischi del fumo resta comunque attuale ed evitare di giocare alla roulette russa col cancro ai polmoni è comunque cosa buona e giusta.

Ti potrebbe piacere anche

I più letti