Le web bufale della settimana - Ep. 36
Le web bufale della settimana - Ep. 36
Società

Le web bufale della settimana - Ep. 36

Le notizie più assurde apparse in Rete negli ultimi 7 giorni

1. La falsa profezia della Madonna di Anguera

Madonna di Anguera Madonna di Anguera Twitter

La profezia è datata 23 marzo 2008 e recita: "Cari figli, gli uomini seguaci del falso profeta marceranno con grande furia in direzione del tempio santo. Lì ci sarà grande distruzione. La Chiesa piangerà e si lamenterà. In questo giorno sarà visibile una eclissi lunare. Vi chiedo di non allontanarvi dalla verità. Il mio Gesù ha bisogno della vostra sincera e coraggiosa testimonianza".

Parola della Madonna di Anguera. Nella profezia, però, non si parla di una data precisa della presunta sventura in arrivo anche se, all'alba degli attentati di Buxelles, l'oracolo è stato ritirato fuori immaginando un vaticinio di disgrazia su Roma per il 23 marzo. Dal 2008 ad oggi per ogni attentato da Madrid in poi, le parole della Madonna sono state sfruttate. Grazie al cielo anche in questo caso la profezia non s'è avverata.

2. La Nutella è pericolosa per la salute

Una delle icone stesse del gusto made in Italy ciclicamente finisce nel mirino della Rete che punta il dito contro a Nutella sostenendo che contenga ora questo ora quel prodotto nocivo. Qualche settimana fa una catena social che ha trovato diffusione in America ammoniva i genitori invitandoli a non dare Nutella ai bambini in quanto il prodotto conterrebbe vanillina e monosodio glutamato, dannosi per la salute.

In realtà la vanillina non ha nulla di dannoso e nessun laboratorio ha mai rinvenuto tracce di monosodio glutamato nel prodotto.

L'allarme, dunque, anche in questo caso è privo di fondamento anche se abbuffarsi di Nutella fa bene allo spirito, ma non al girovita.

3. Mason Wells, sopravvissuto a tre attacchi terroristi

mason-wells Bruxelles, 23 marzo 2016: Mason Wells, 19 anni, ferito durante gli attentati, era presente anche durante gli attacchi di Parigi e della maratona di Boston Abc News video

In questo caso non si tratta di una vera bufala, ma di una imprecisione. Il giovane Mason Wells, 19 anni, missionario mormone, si trovava a Bruxelles il 22 marzo quando sono avvenuti gli attentati ed era di ritorno verso l'America.

I genitori del giovane, però, alla ABC hanno dichiarato che il figlio è sopravvissuto anche alla strage di Parigi e a quella di Boston e subito la sua storia ha fatto il giro della Rete ribattezzando Wells il ragazzo più fortunato del mondo (o il più sfortunato). In realtà Mason ha sì riportato delle lievi ferite a Bruxelles e si può considerare tra le vittime dell'attentato.

Per quanto riguarda Boston, invece, Wells, quel giorno si trovava semplicemente in città, ma non nella zona della bomba. Quando avvenne l'attacco a Parigi, infine, il mormone si trovava in Francia, ma a 50 chilometri dalla capitale.

4. Annamaria Franzoni insegnante d'asilo

Annamaria Franzoni e il marito Stefano Lorenzi in una immagine d'archivio GIORGIO BENVENUTI/ANSA

Un giornale satirico valdostano aveva riportato la seguente notizia: "Genitori furiosi davanti all’asilo nido Cip e Ciop di Cogne, il paesino valdostano noto per uno dei casi di cronaca più discussi. Da soli tre anni agli arresti domiciliari, Annamaria Franzoni, la mamma accusata dell’omicidio del figlio Samuele Lorenzi è a tutti gli effetti una maestra d’asilo. La donna, che si è sempre dichiarata innocente, è stata assunta dall’asilo nido privato “Cip e ciop” come educatrice. La Franzoni gode di 5 ore al giorno di permesso lavorativo, come stabilito dal Tribunale di Sorveglianza di Milano. Antonella Andinetto, 45 anni, direttrice e proprietaria del nido ha dichiarato 'Non mi turba affatto la sua presenza, è una persona qualificata e dolce” e aggiunge “La conosco da anni, ho sempre creduto nella sua innocenza'. Il piccolo paese di Cogne è diviso tra colpevolisti e innocentisti: ad oggi, ben 9 neonati sono stati allontanati dalla struttura. I genitori minacciano querele, intanto un nucleo operativo dei Ris ha installato un circuito di videosorveglianza al fine di monitorare l’operato della Franzoni".

La notizia aveva fatto il giro dei social moltiplicando l'indignazione della Rete e lo sgomento dei genitori. A Cogne, però, non esiste alcun asilo Cip e Ciop e la Signora Franzoni non ha alcuna possibilità di tornare a insegnare nè lì nè altrove.

5. De Profundis

Piero Angela

A lasciarci questa settimana, grazie al cielo, non è stato Piero Angela. L'amatissimo conduttore di SuperQuark, 87 anni, è vivo e vegeto e ogni volta che tiene lezioni o compare da qualche parte viene accolto come una rock star. La notizia della sua presunta morte era apparsa in Rete e la breve recitava: "E' venuto a mancare uno degli ultimi pilastri della cultura Italiana, Piero Angela, divulgatore scientifico, scrittore e conduttore televisivo se n’è andato in seguito ad un malore che li ha colpito in tarda mattinata nella sua abitazione. Ad avvisare i soccorsi la donna di servizio che lavorava presso la sua casa di Torino. Tutto il mondo della televisione Italiana è in lutto e la Rai dedicherà in edizione straordinaria un servizio speciale sul Professore questa sera alle ore 21 su Rai 1, Rai 2 e Rai 3".

Per fortuna Angela sta benissimo e, giudicare dalla sua energia, ha ancora tante cartucce da sparare.

Ti potrebbe piacere anche

I più letti