I leggings potrebbero diventare illegali in Montana
Thinkstock.it
I leggings potrebbero diventare illegali in Montana
Società

I leggings potrebbero diventare illegali in Montana

E' stata presentata una proposta di legge repubblicana per vietare quello che viene considerato un indumento pericoloso

Indecenti ed osceni. Secondo il repubblicano David Moore non ci sono altri modi per definire i leggings e così in Montana, dove Moore è stato eletta, è stata avanzata una proposta di legge, la table House Bill 365, che vorrebbe mettere al bando i leggings perchè ritenuti indecenti e quindi da proibire in un luogo pubblico

Bizzarrie che arrivano dall'occidentalissima America e che rimettono in dubbio una delle conquiste che si ritenevano definitive per le donne occidentali: la libertà di vestirsi a gusto personale.

Se questa proposta verrà approvata, almeno in Montana, non sarà più così. L'intera assemblea legislativa ha votato a favore della mozione e le pene per le corsare in leggings pronte ad infrangere la legge, sarebbero pesantissime arrivando persino al carcere.

Non solo: chi fosse beccata per tre volte di seguito a passeggiare col pericoloso indumento che evidenzia il lato B e mette in testa strane idee al maschio medio, devoto padre di famiglia, dovrebbe pagare fino a 10.000 dollari di multa e rischierebbe, così si dice, persino l'ergastolo.

Secondo Moore è tempo di dare una taglio al lassismo dei costumi contemporanei; se la sua legge venisse approvata potrebbe essere estesa ad altri capi come ad esempio i top, gli shorts o il pericolosissimo bikini, colpevole di aver fatto perdere la testa a migliaia di uomini inebetiti ed incapaci di controllare i più primordiali istinti da cacciatore.

Ti potrebbe piacere anche

I più letti