IstockPhoto
Società

I 5 segreti per trovare la felicità

Il 20 marzo è la giornata mondiale ONU dedicata alla gioia. Una chimera, una scelta o uno stato dell'essere?

Si fa presto a dire felicità. Concetto filosofico dalla poliedrica definizione inseguito dalla notte dei tempi con esiti più o meno roccamboleschi. Eppure essere felici è possibile e l'ONU lo vuole ribadire il 20 marzo, giornata mondiale delle felicità.

Ma se il mondo può trasformarsi in un posto bello dove vivere grazie a cose semplici come il bacio di un bambino, una cioccolata calda in un pomeriggio freddo, un tramonto sul mare o una nevicata mentre il fuoco del caminetto arde esisitono degli elementi che rendono felici a prescindere vuoi per l'impatto climatico, vuoi per il rilascio d'ormoni, vuoi per l'attività cerebrale che comportano. Ecco allora i 5 "Trucchi" per garantirsi un'esistenza più o meno gioiosa che sappia fare i conti con gli imprevisti della vita che comunque accadono

1. Vivere vicino al mare

E' scientificamente provato: vivere vicino al mare rende felici. Un saggio del biologo Wallace J. Nichols dal titolo Blue Mind ha rilevato come la vicinanza dell'acqua che essa sia mare, fiume o lago stimoli il cervello che reagisce alla sua presenza producendo dopamina, serotonina e ossitocina. Il colore blu, inoltre, è un tranquillizzante naturale, l'acqua aiuta a meditare e a concentrarsi ed è provato che chi vive in un posto vicino all'acqua è più felice degli altri del 5,2%

2. Avere una passione o un sogno

Per alleggerire "Il logorio della vita moderna" non c'è niente di meglio di avere una passione o un sogno. Durante un giorno d'ufficio o bloccati nel traffico anche il solo pensiero di potersi dedicare presto alla propria passione concede una fresca ondata di felicità. Non importa se si tratta di una passeggiata a cavallo o del sogno di aprire un agriturismo in Toscana, di finire l'ultimo modellino di nave rimasto nello studio o di girare il mondo in barca a vela: l'importante, per essere felici, è appassionarsi a qualcosa.

3. Fare sport all'aria aperta

I benefici dello sport in termini di benessere sono noti. Il rilascio delle endorfine provoca allegria e anche solo una passeggiata all'aria aperta è uno stacco dalla routine.

Gli sportivi, del resto, sono più felici degli altri perchè riescono ad unire alla passione il benessere e la forma fisica. Non bisogna arrivare alle Olimpiadi, ma per superare un momento difficile concedersi una corsetta in campagna può essere più utile di una seduta dall'analista.

4. Sempre nuovi progetti

Spesso ad abbassare il livello del buon umore ci pensa la routine. La ripetizione all'infinito dell'identico può agire come forza centrifuga per la felicità. L'antidoto, però, esiste e si chiama progettualità. Non è necessario cambiare vita ogni cinque anni, basta un piccolo sforzo d'immaginazione. Magari spostare i mobili, o progettare una vacanza o pensare ad un nuovo hobby. Tutto è utile se si è a caccia di gioia.

5. Vivere il presente

Non è vero che la felicità la conoscono solo i bambini o i giovani e che le cose belle appartengono al passato o al futuro. Chi la pensa così è un infelice cronico a prescindere dall'età. Perchè il vero segreto della felicità è quello di vivere nel presente, non avere tempo per le paure e godersi ogni istante con pienezza e gratitudine. Obiettivo non facile da raggiungere, ma abbiamo tutta la vita per provarci.

Ti potrebbe piacere anche