Berlino: il silenzio è d'oro, parola di mimo
Gettyimages
Berlino: il silenzio è d'oro, parola di mimo
Società

Berlino: il silenzio è d'oro, parola di mimo

Nella città tedesca gruppi di attori limitano gli schiamazzi della movida in maniera creativa

Chissà se Marcel Marceau, negli anni '40 avrebbe mai pensato che la nobile arte da lui perfezionata - quella del mimo - sarebbe servita a contrastare gli spiacevoli effetti della movida notturna.

Eppure così è: prima a Parigi e ora a Berlino squadre di mimi si aggirano per le strade buie della notte a caccia di locali notturni: si appostano fuori e aspettano che orde di ragazzotti alticci, alle prime ore dell'alba, escano dalla porta incuranti del sonno altrui. E' in quel momento che, armati solo della loro arte, gli attori li invitano, in silenzio, a non fare rumore e a rispettare l'orario.

Al termine della performance consegnano ai giovani avventori della notte un volantino nel quale spiegano il loro desiderio di educare al rispetto per il prossimo in maniera creativa e non coercitiva.

A Berlino si chiamamo "Stille Wächter der Nacht", cioè "I guardiani silenziosi della notte" e sono stati "inventati" dalla Club Commission berlinese. I guardiani vengono invitati fuori dai locali più chiassosi in funzione anti schiamazzi e fanno parte di un più ampio progetto della città tedesca che punta a limitare gli effetti sgradevoli della movida notturna per la vita del prossimo.

 Gli attori di Berlino sono "colleghi" di quelli di Parigi che, già da tempo, fanno la stessa cosa in Francia: sulle rive della Senna si chiamano "Les pierrots de la nuit" e ormai sono circa un'ottantina. La loro arte silenziosa piace molto ai giovani parigini che apprezzano l'elegante e artistico invito a tornare a casa in silenzio.

Ti potrebbe piacere anche

I più letti