Smartphone & Tablet

Microsoft Lumia 950 XL: la recensione

Fotocamera eccellente, Windows 10 completo ma mondo delle app ancora limitato. Però quanta potenza sotto la scocca

Andiamo subito al sodo: il Lumia 950 versione XL (ma cambia poco dal fratellino minore), non è un iPhone e non è un telefono Android. Per qualcuno potrebbe sembrare una banalità ma deve essere un punto di partenza necessario quando vi ritroverete a non poter fare delle cose o utilizzare app che sui due telefoni precedenti vi erano familiari.

Abbiamo usato il top di gamma di Microsoft per diversi giorni, cercando di capire dove eccelle e i punti a sfavore, non solo nei confronti della concorrenza. Sicuramente il sistema operativo ha fatto dei balzi in avanti in quanto ad usabilità ma la strada è ancora molto lunga se l’obiettivo resta quello di non svolgere solo un ruolo da comprimario nel panorama della telefonia mobile.

In cima ai motivi per cui aquistare questo modello c'è una fotocamera eccellente, un'interfaccia utente funzionale e un'autonomia quasi da record. Pronti a salire a bordo del Lumia 950 XL? Click a destra per approfondire la recensione.

Design

Polimeri come se non vi fosse un domani. Il cellulare ha una scocca completamente in plastica, una caratteristica che, ahimè, appartiene oramai agli smartphone che furono e nemmeno più ai modelli di fascia bassa sparsi in giro per i negozi. La scocca si apre, mostrando la batteria, il vano per la sim e quello per una scheda microSD. Tra le mani abbiamo un modello nero che, complice il discorso plastica, restituisce una certa sensazione di anonimità. Siamo certi che la versione in bianco doni tutt’altro appeal.

Voto: 6/10

Hardware

Il Lumia 950 XL è il dispositivo di punta della serie smartphone di Microsoft per un semplice motivo: a bordo c’è tutto il meglio dell’hardware attualmente a disposizione in ambito mobile. Schermo da 5.7 pollici Amoled da 16 milioni di colori e protezione Gorilla Glass 4; un processore Qualcomm Snapdragon 810 MSM8994 con quattro core a 1.5 GHz e altri quattro a 2.0 GHz; scheda grafica Adreno 430; 3 GB di memoria RAM; 32 GB di memoria di archiviazione (al netto dello spazio occupato dal sistema operativo) ed espansione tramite microSD fino a 200 GB. L’autonomia non è per nulla un problema, grazie ad una batteria da 3340 mAh che vi porterà senza troppe difficoltà a sera, anche con un utilizzo intenso.

In giro per la rete abbiamo letto della mancanza di riscaldamento eccessivo del terminale durante un utilizzo “spinto”, problema comune nei dispositivi con CPU Snapdragon 810. A dire il vero è bastato far partire Modern Combat 5 per avvertire una certa sensazione di calore sul retro, e non dipendeva dall’essenza onnipresente di Cortana. Un problema secondario? Si se usate il cellulare per tutto tranne che i giochi in 3D; da considerare invece se siete amanti (come me) del gaming dovunque e comunque.

Voto: 8/10

Windows 10

Discorso a parte merita il sistema operativo montato su questo Lumia. Il 950 XL è il primo smartphone di Microsoft su cui è stato cucito appositamente l’ultimo OS di Redmond. Questo vuol dire che non noterete rallentamenti di sorta, incertezze o altri punti a sfavore. Ci spingiamo anche oltre: l’interfaccia utente di Windows 10 è il miglior compromesso possibile tra l’estrema semplicità di iOS 9 e il confusionario-stile-widget di Android. Qui avete la possibilità di inserire icone, finestre statiche, aggiornabili, cartelle, documenti, insomma un po’ quello che volete, con uno sfondo trasparente (ma anche no) che rende il tutto molto più appetibile.

Voto: 9/10

Cortana

Windows 10 è anche Cortana. Il tanto discusso assistente vocale già approdato su 10 versione desktop può dare soddisfazioni: più li raccontate di voi, più permettete che legga le vostre informazioni e attività, e più vi aiuta a fare delle cose senza che le vostre mani navighino per menu e sezioni del telefono. È forse l’intelligenza mobile più completa e meno invasiva del trittico composto anche da Siri e Now.

Voto 8/10

Windows Hello

Con Hello potete invece sbloccare il telefono con la scansione del volto, come succede su Surface Pro 4 e Surface Book. In realtà qui funziona in maniera meno ottimale che su tablet ed è per questo che la funzione è da considerare come beta; solo una chicca da far vedere ogni tanto agli amici.

Voto 6/10

Le app

Punto decisamente a sfavore di Microsoft è l’assenza di un parco app lontanamente paragonabile all’App Store, Play Store e Amazon App Store. Ci chiediamo perché, dopo anni in cui gli sviluppatori hanno potuto lavorare ai loro progetti per Windows (dalla versione mobile ad oggi), la situazione sia ancora questa.

Le persone che comprano un dispositivo da oltre 600 euro non si accontentano di Facebook, Twitter o della suite Office. Vogliono poter utilizzare le stesse applicazioni e giochi presenti anche altrove. E invece qui mancano dei classici come Fifa 16, Goat Simulator, i vari GTA, NBA 2K e tanto altro (Instagram, per dire, è ancora in Beta). La lista potrebbe essere più lunga, troppo lunga. Come ci consoliamo? Con la piena compatibilità e integrazione nel sistema dei vari Skype, Word, Dropbox, OneDrive. Proprio come su iOS e Android.

Voto 7/10

Fotocamera

20 Megapixel, sensore PureView, ottiche Carl Zeiss, apertura f/1.9, triplo LED. Dovrebbe bastare questo a rimarcare la qualità fotografica di questo smartphone. Ma vogliamo andare oltre. Il vero valore aggiunto dei Lumia è rappresentato da una serie di software integrati che permettono di mixare, migliorare ed editare le immagini in maniera semplice ma completa. Un esempio? È possibile muovere la messa a fuoco, bilanciare il bianco, la tonalità di colore, applicare filtri e persino scegliere in che formato salvare le foto, se un classico .jpg o .raw. La camera anteriore è da 5 megapixel, questa non eccelle ma è pur sempre una scelta primaria in quanto a selfie.

Video

Ampie le possibilità di registrazione dei filmati grazie al supporto al 4K a 30 fps e la possibilità di girare video anche in slow-motion nativo a 120 fps. Volete caricare un video su YouTube girato con il miglior cameraphone Lumia in circolazione? Non potete, non c’è l’app ufficiale sullo Store. Windows 10: croce e delizia. 

Voto: 9/10

Continuum

Microsoft ha puntato molto sulla promozione del suo primo telefonino che, collegato ad uno schermo esterno, si trasforma in un vero PC. Tutto vero se si guarda a come l’interfaccia di Windows (mobile) 10 si espande fino a somigliare a quella di un classico computer; meno per quanto riguarda le funzionalità. Il concetto è questo: tutte le applicazioni presenti sul Lumia vengono mostrate nel menu sul grande schermo, ma non tutte sonoo compatibili alla fruizione "aumentata".

Come funziona

Fino alla fine di gennaio è possibile acquistare un Lumia 950 XL e ricevere in regalo il Display Dock (qui il regolamento). Dopo il termine il dock si compra separatamente a 99,99 euro. Nella confezione c’è un piccolo scatolotto nero, un cavo di connessione USB di Tipo-C per collegare smartphone e dock e il filo di alimentazione. Non troverete un classico cavetto HDMI-HDMI che serve per connettere il Display Dock al televisore (in alternativa c’è un ingresso DPort).

Perché usarlo?

Bella domanda; prima di tutto perché è comunque comodo avere con sé solo uno smartphone, un piccolo dock e qualche cavetto, da attaccare al volo ad uno schermo o una televisione dotata di ingresso idoneo per far scorrere foto, video, navigare su internet o mostrare il PowerPoint per la riunione. Quando in futuro arriverà il supporto a tante altre app di terze parti allora il discorso diventerà più serio e appetibile per chi vuole solo videogiocare come davanti ad una console. Per ora Continuum resta una chicca tranquillamente trascurabile.

Voto: 7/10

Considerazioni finali

È sempre difficile giudicare uno smartphone con a bordo Windows. Probabilmente Apple e Google ci hanno assuefatto talmente al loro modo di interpretare la tecnologia mobile che oggi risulta difficile considerare Microsoft come un rivale pronto alla sfida. La strada della mobilità dettata dal nuovo corso di Satya Nadella è però chiara: a Redmond lavorano su un ecosistema che vedrà sempre di più convergere dispositivi fissi con quelli portatili, e il Lumia 950 XL è la prima conseguenza di tutto ciò. È vero, il Windows Store manca di tante app, i menu sono fin troppo testuali e, specialmente con il tema nero, pesanti e noiosi da navigare ma qui c’è una signor fotocamera, un’assistente personale completo e non invasiva e una home che è il miglior connubio tra ergonomia, funzioni e semplicità.

A chi lo consigliamo

I fan di Microsoft possono procedere con l’acquisto ad occhi chiusi. Gli indecisi sono invece un popolo sempre difficile; per una volta fatevi consigliare da amici e parenti, provate i loro iPhone e Galaxy (o uno degli Android di punta) e poi dirigetevi nel negozio hi-tech di fiducia e fatevi spiegare un paio di cose su Windows 10. Non correte a comprare questo o quel modello: una scelta sbrigativa è quello che serve di meno quando si “sposa” uno smartphone che si porta dietro un intero mondo di possibilità e limiti. Un'ultima cosa: il Lumia 950 XL costa ufficialmente 699 euro ma su Amazon risparmiate almeno 100 euro.

Ti potrebbe piacere anche