Sanremo2016
Sanremo2016
Musica

Sanremo 2016: tutto sui cantanti e cantautori

Carlo Conti ha annunciato chi ci sarà in gara, ormai dal 13 dicembre è ufficiale

"Vorrei sapere quali sono i Big in gara, i concorrenti di Sanremo 2016". Sono ore, giorni, mesi che tutti noi da Carlo Conti aspettiamo questa notizia, avere i nomi e i cognomi ufficiali dei concorrenti del Festival della canzone italiana, in onda dal 9 al 13 febbraio 2016. È diventata una piccola ossessione per noi e oggi ci sono, i nomi dei 20 Big in gara pronunciati da Carlo Conti. Eccoli, con il titolo della canzone.

"Via da qui" - Deborah Iurato e Giovanni Caccamo
"La borsa di una donna" - Noemi
"Noi siamo infinito" - Alessio Bernabei (ex Dear Jack)
"Il primo amore non si scorda mai" - Enrico Ruggeri

"Guardando il cielo" - Arisa
"Wake Up" - Rocco Hunt
"Mezzo respiro" - Dear Jack
"Un giorno mi dirai" - Stadio

"Infinite volte" - Lorenzo Fragola
"Il diluvio universale" - Annalisa
"Blu" - Irene Fornaciari
"Sogni e nostalgia" - Neffa

"Di me e di te" - Zero Assoluto
"Ora o mai più" - Dolcenera
"Quando sono lontano" - Clementino
"Cieli immensi" - Patty Pravo

"Finalmente piove" - Valerio Scanu
"Semplicemente" - Morgan e i Bluvertigo
"Nessun grado di separazione" - Francesca Michielin
"Vincere l'odio" - Elio e le storie tese

A seguire, i dettagli per ogni concorrente.

Deborah Iurato e Giovanni Caccamo

Il vincitore tra i giovani di Sanremo del 2015, incontra la vincitrice di Amici del 2014. La canzone "Via da qui" è stata scritta da Giuliano Sangiorgi dei Negramaro. Per Giovanni Caccamo è stato un anno incredibile. Un esordio che deve spiccare ancora il volo dal punto di vista discografico, ma costellato di grandi esperienze e emozioni: è una delle opportunità offerte dalla Sugar, l'etichetta di Caterina Caselli che crede e cura molto i suoi artisti. È stato voce del cortometraggio "Lava" che ha anticipato "Inside Out", con Malika Ayane. È un bravo autore (ha lavorato da poco anche con Emma per il suo album "Adesso"). Insomma, c'è molto da scoprire.

Una vera sorpresa la presenza di Deborah Iurato. Il duetto, che credo la coinvolga come "featuring", andrà di certo a valorizzare il pezzo. Giovane dotata di grande voce e buone doti interpretative, non ha ancora trovato la strada del successo. Ha però una fan base molto solida e dedita ai suoi progetti...la accompagneranno nei progetti che la riguarderanno nel 2016. Nell'estate 2015 aveva presentato il singolo elettro-pop "Da sola". Sarà un modo per riscoprire il suo repertorio che dalla nota "Danzeremo a luci spente", riserva fin d'oggi molte sorprese.

Noemi

Dopo aver lasciato "The Voice" in modo poco clamoroso e piuttosto defilato, il fatto che Noemi potesse tornare a Sanremo era un po' nell'aria. Il pezzo è stato scritto per lei (anche) da Marco Masini, uno dei protagonisti di spicco di Sanremo 2015. La sua storia è costellata di successi, sia come singoli che in termini di vendite degli album. The Voice, in onor del vero, ha dato grande rilievo al suo personaggio ma discograficamente non ha aiutato, così come Sanremo. Il suo ultimo album "Made in London", album molto personale e "di genere", non è arrivato al disco d'oro. È l'ora del riscatto: Noemi ha tutte le capacità per fare grande musica a un livello molto popolare. Sarà la sua quarta partecipazione al Festival.

Alessio Bernabei

Era da tanto tempo che si percepivano da fuori dei problemi nella band. Figurarsi cosa non è successo dentro. Oggi Alessio Bernabei trova con la Warner una strada solista che arriverà con il brano "Noi siamo infinito". Sarà un po' il momento della verità, perché in molti si stanno chiedendo se è più forte Alessio rispetto alla band o il contrario. Ci auguriamo che il suo progetto possa trovare una strada più chiara e nella quale possa sentirsi a suo agio in ogni momento. Questo è il suo secondo Festival di Sanremo.

Enrico Ruggeri

Enrico Ruggeri ormai era diventato un outsider della musica italiana. Ha pubblicato tantissimi album in questi anni ma l'ha fatto spesso lontano dai riflettori e dalla grande popolarità. Stimato personaggio musicale e televisivo, a aprile 2015 ha pubblicato un suo album metà di inediti e metà di brani storici riarrangiati. Creativo e inarrestabile, alternativo nel DNA, torna a Sanremo nella veste più adattta per il Festival. Parlerà d'amore. Nel 2015 aveva partecipato come ospite per cantare "Tre signori", canzone ricordo a Giorgio Gaber, Enzo Jannacci e Giorgio Faletti. È la sua decima partecipazione al Festival come concorrente in gara.

Arisa

Dopo un 2015 da "valletta" eccezionale al fianco di Carlo Conti, è ora di tornare nelle vesti che le appartengono di più, quelle di cantante. La carriera di Arisa è di enorme popolarità e vendite tiepide, di grandi emozioni e irresistibile comicità. La amiamo per la sua capacità di commuovere e divertire, tra follia e semplicità. Il grande pubblico la vuole rivedere ai grandi fasti di "Amami", uno degli album degli ultimi anni che ha saputo raccontare l'amore come pochi altri (ed è arrivato disco di platino, il maggior successo della sua carriera). Ha partecipato (anche se solo per poco) al programma "Monte Bianco" nei panni di scalatrice su Raidue. Il suo ultimo album è del 2014 e si intitola "Se vedo te".

Ci aspettiamo da lei un ritorno in grande stile.

Rocco Hunt

Ha pubblicato da pochissimo (23 ottobre) l'album "SignorHunt", un disco ricco e di valore un po' passato in sordina in uno dei periodi più affollati nella discografia italiana degli ultimi anni. La sua popolarità non dipende dalla tv, ma è conseguenza di un affetto nato dal web e dalla strada, coltivato con attenzione per i temi sociali, amore per la sua terra e una maturità fuori dal comune. Rapper vincitore di Sanremo Giovani 2014, poteva entrare di diritto l'anno scorso nel cast. Oggi, con "Wake up" avrà senza dubbio trovato la canzone giusta per ritrovare l'attenzione del grande pubblico popolare. È bravo e farà strada, comunque vada.

Dear Jack

In molti si sono detti: se ci sarà Alessio Bernabei, non mancheranno i Dear Jack. Così è stato. La presenza della band con il nuovo cantante e musicista Leiner Riflessi, porterà una ventata di vera novità nel sound e nel progetto artistico della band. I vincitori morali di Amici 2014 hanno raccolto un successo enorme anche nel 2015, dopo la loro partecipazione al Festival. La band è, come si direbbe in gergo, "opinionated": è tutta viva nella creatività, nel rapporto con la stampa e con i fan: non ci sono leader, perché tutti hanno il desiderio di dire la loro. L'affetto per la band non si è esaurito con l'allontanamento di Alessio (almeno così si percepisce dai social) e presto capiremo cosa possono dare alla musica e al pubblico, con un progetto che si annuncia molto diverso da quello che abbiamo sentito finora. Staremo a vedere.

Stadio

Il contributo degli Stadio alla musica italiana non è mai stato troppo acclamato o celebrato. Eppure la loro storia parla da se. È una delle band più longeve della musica italiana e ha sempre lavorato con la testa rivolta al presente e al futuro: per questo sono rimasti sempre attuali. Li ascolteremo con il brano "Un giorno mi dirai" e ci aspettiamo davvero molto da questa loro quarta partecipazione al Festival.

Lorenzo Fragola

È passato un anno e Lorenzo ha ottenuto grandi risultati. È passato alla storia come il miglior esordio discografico di X Factor (almeno dell'era Sky), trovando il successo praticamente in ogni singolo lanciato dal suo album "1995". Da poco è tornato nel talent con un medley di sue canzoni. È stato eccezionale. La sua maturità artistica si nota dalla sua capacità di stare sul palco. Quest'anno sarà più consapevole, meno emozionato, molto più determinato nelle intenzioni. Siamo sicuri che Lorenzo Fragola lascerà, in qualche modo, il segno.

Annalisa

Possiamo dire senza timore di smentita che è stata una delle migliori performer in assoluto di Sanremo 2015. Annalisa torna dopo un anno e dopo aver pubblicato durante Sanremo l'album "Splende", che però non ha ottenuto alcuna certificazione per le vendite (anche se i singoli sono andati piuttosto bene, soprattutto quello di Sanremo). Ormai la sua carriera si è diramata tra cinema ("Babbo Natale non viene dal nord") e televisione ("Tutta colpa di Einstein - Quelli del Cern, su Italia 1). Con "Il diluvio universale", ne sentiremo ancora delle belle.

Irene Fornaciari

È da molti anni che la figlia di Zucchero non partecipa al Festival come concorrente (questa per lei sarà la quarta volta, l'ultima è stata nel 2012). Dotata di voce eccezionale e un forte carisma, non ha mai sfondato nel mercato discografico con i suoi primi 3 album. Sarà questa la grande occasione? Quando comincerà il festival avrà 32 anni avrà senza dubbio dalla sua una nuova maturità.

Neffa

Neffa e Radio nel dizionario potrebbero essere sinonimi. Tutti lo cercano e tutti lo vogliono per duettare con lui: ha nella sua voce la chimica perfetta per entrare nelle frequenze FM. Ha lanciato il 4 settembre 2015 l'album "Resistenza", anticipato dal singolo estivo "Sigarette". Nell'ultimo periodo ha collaborato con J-Ax, Rocco Hunt, Marracash, Nina Zilli e nel 2014 ha scritto per Suor Cristina, vincitrice di The Voice, il brano "Lungo la riva".

Zero Assoluto

Meritavano davvero nuova visibilità, gli Zero Assoluto. Hanno sempre avuto in mano una forte sensibilità pop ma negli ultimi anni si è espressa in album ignorati dai media e poco ascoltati dal grande pubblico. Oggi sotto etichetta Warner, hanno pubblicato il singolo estivo "L'amore comune". Il segreto di successi come "Per dimenticare" e "Sei parte di me" si basa su una scrittura semplice ma molto efficace e da suoni elettro-pop usati anche quando non erano così di moda come oggi. Si ripeteranno o sono cambiati i tempi?

Dolcenera

Finalmente Dolcenera! Una performer eccezionale, un'artista fortemente autonoma e poco ligia alle "regole" del mercato. Ha pubblicato dopo molta attesa l'11 settembre 2015 l'album "Le stelle non tremano". Il progetto, cominciato con il lancio di una serie di singoli dalla primavera del 2014, non ha avuto grande successo ma molti passaggi radiofonici soprattutto del fortissimo brano "Niente al mondo". Avrà mantenuto la sua identità attuale molto vicina alla dance o avrà cambiato direzione? Aspettiamo curiosi di sentire la sua nuova musica. 

Clementino

Uno dei rapper più freschi e divertenti (e bravi) in Italia, arriva finalmente a Sanremo da big (è salito sul palco come ospite nel 2013 con gli Almamegretta). L'ultimo suo album "Miracolo!" è stato lanciato il 28 aprile 2015 ed è un disco davvero pieno di idee. Ci aspettiamo una riedizione e un singolo che possa dimostrare ancora una volta (come ha fatto con "O' Vient"), che il rap dialettale può arrivare al grande pubblico popolare.

Patti Pravo

"Cieli immensi" è il brano che Patti Pravo porta al Festival di Sanremo dopo ben 5 anni di assenza. Questa è la sua decima nona partecipazione alla kermesse canora. Festeggia così i suoi 50 anni di carriera e sarà senza dubbio un grande ritorno. È lei, senza equivoci, una delle più grandi interpreti italiane. Ha 67 anni.

Valerio Scanu

Si è guadagnato dopo anni di risalita la sua vetrina a Sanremo. Valerio Scanu, in questi anni tra "Isola dei famosi" e "Tale e Quale Show" ha dimostrato di essere un grande personaggio di enorme talento, superando molti dei pregiudizi che aveva addosso. Questa partecipazione al Festival arriva dopo il 2010, anno nel quale ha partecipato e vinto il Festival con "Per tutte e volte che". È ora di vederlo nei suoi panni e con la ua voce, finalmente.

Morgan e i Bluvertigo

Carlo Conti cercava un tocco alternativo e l'ha trovato con la presenza di Morgan e dei Bluvertigo. Dopo l'abbandono di X Factor, il giudice dei giudici di X Factor arriva al Festival con il brano "Semplicemente". Adesso, basta chiacchiere: parla la musica. Dopo il lancio del singolo "Andiamo a Londra", è atteso quindi per il Festival l'album "Tuono - Tono, Tempo, Suono". Questa è la terza partecipazione dei Bluvertigo al Festival.

Francesca Michielin

Il 23 ottobre ha pubblicato di20, un album nato da singoli di successo, primo fra tutti "L'amore esiste" e con una tiepida ricezione del pubblico. Francesca Michielin arriva a Sanremo con il brano "Nessun grado di separazione", mostrando per la prima volta come concorrente tutto il suo talento come artista, musicista e autrice nel palco più importante della Rai. Molti hanno imparato a conoscerla nei duetti con Fedez, "Cigno Nero" e "Magnifico", ma c'è davvero molto ancora da scorprire.

La vincitrice di X Factor è un concentrato di talento incredibile, con una sensibilità fuori dal comune.

Elio e le Storie Tese

Il giudice vincitore dell'ultimo X Factor, Elio, oggi arriva al Festival con un nuovo brano e le sue Storie Tese. Hanno partecipato tre anni fa, nel 2013. Hanno da poco pubblicato "Cacolatini", una speciale riedizione dei primi album con dvd e contenuti speciali. Il titolo del brano per il Festival, "Vincere l'odio", sembra suggerire qualcosa di più impegnato e serioso rispetto al passato. Ma siamo certi che ci faranno divertire da matti. È previsto per il 2016 un nuovo album inediti. Gli Elii sono produttivi più che mai.

Ti potrebbe piacere anche

I più letti