Roberto Catania
Tecnologia

Samsung Galaxy S7: tre motivi per comprarlo (e tre per non farlo)

Pregi e difetti del nuovo top di gamma coreano, da domani in Italia con prezzi a partire da 729 euro

Il Galaxy S7 è finalmente sul mercato. Da domani, 11 marzo, chiunque potrà acquistare il nuovo portacolori coreano sia nella versione “flat”, che in quella con bordi arrotondati (Galaxy S7 Edge), con prezzi a partire da 729 euro.

Nei giorni scorsi vi abbiamo parlato delle novità e degli elementi distintivi della nuova offerta della casa coreana. Oggi ci concentriamo invece sui pregi e i difetti del dispositivo: lo facciamo in questo approfondimento nel quale vi offriamo tre buoni motivi che fanno del nuovo portacolori di Samsung un modello da acquistare senza troppi indugi e altrettanti che inducono alla prudenza [Scorri avanti per continuare].





Sì: bello e impermeabile

Samsung Galaxy S7 Samsung

Il Samsung Galaxy S7 non è solo un telefono bello, leggero e ben costruito. È anche impermeabile. E se credete che questo sia un plus da poco, provate a chiedere ai vostri amici o parenti che - per sfortuna o distrazione - si sono trovati a raccogliere il proprio telefonino caduto in mare, nella vasca da bagno o, peggio ancora, nel water di un locale pubblico. Se, come diceva un vecchio spot, una telefonata ti allunga la vita, uno smartphone impermeabile allunga la vita delle tue telefonate.

Sì: la fotocamera

Samsung Galaxy S7 Samsung

La base di partenza era già buona [guarda il confronto fra il Galaxy S6 e i migliori smartphone del 2015], ma con l’uscita del nuovo modello, Samsung ha fatto un ulteriore salto di qualità. Il downgrade della risoluzione (dai 16 megapixel dell’S6 agli attuali 12) salta all’occhio solo a crop estremi; si nota eccome, invece, il miglioramento sul bilanciamento del bianco (quella fastidiosa tendenza al giallo che avevamo notato sull’S6 sembra un lontano ricordo) e sulla luminosità. Ma il vero pezzo da novanta sta nel nuovo sistema AF: che si tratti di foto o video, il nuovo S7 è in grado di mettere e tenere a fuoco il soggetto con una velocità e una precisione persino superiore a quella di alcune macchine fotografiche "pure".

[Leggi la recensione completa sulla fotocamera del Samsung Galaxy S7]

Sì: batteria (e caricatore) sopra la media

Samsung Galaxy S7 Samsung

La batteria è stata ampliata, e questa è la prima buona notizia: 450 mAh in più per il Galaxy S7 flat, addirittura 1000 (quasi il 40% in più) per il modello a bordi ricurvi (S7 Edge). In più c’è un processore tutto nuovo capace capace di tenere bassi in consumi quando non servono: non è un caso che il nuovo S7 sia il primo cellulare Samsung capace di mostrare le notifiche base (ora, batteria, calendario) anche quando lo schermo è in standby, il tutto - e qui sta la vera novità - senza praticamente incidere sui consumi. La ciliegina sulla torta è rappresentata dal sistema di ricarica rapido, con e senza fili, che può essere all’occorrenza disattivato per aumentare la vita media della batteria .

No: Il sensore di impronte digitali non è il migliore della categoria

Samsung Galaxy S7 Samsung

Rispetto ai primi modelli Galaxy “sensibili” all’impronta la differenza c’è e si vede, ma il risultato non è ancora ai livelli dei migliori top di gamma (iPhone compreso). Non è questione di velocità quanto di precisione: si ha sempre un po’ come l’impressione che il polpastrello vada poggiato sul sensore con la giusta inclinazione, pena il mancato riconoscimento. La tecnologia c’è, e l’innesto di Android 6.0 aiuta, ora c'è solo da lavorare sull'ottimizzazione del sistema.

No: ancora troppi programmi duplicati

Samsung Galaxy S7 Roberto Catania

Quella del nuovo Galaxy S7 - e in particolare quella della variante Edge - è sicuramente la migliore interfaccia mai apparsa su un telefonino Samsung. Malgrado ciò, permangono alcune perplessità circa la presenza di software e app ridondanti, una prassi piuttosto comune nel mondo Android. Ci si chiede: a cosa servono due client di posta elettronica, due applicazioni per le foto e due browser? Di certo non a semplificare la vita.

No: il prezzo

Samsung Galaxy S7 Samsung

Tocca ripeterci: in un periodo in cui la concorrenza (soprattutto quella cinese) continua sfornare modelli ben fatti e prestazioni da urlo, sborsare 7-800 euro per un telefono appare sempre più anacronistico. Intendiamoci, il nuovo portacolori di Samsung - a differenza di molti suoi predecessori - è un prodotto di categoria superiore, basta tenerlo in mano per pochi secondi per capirlo; il fatto è che il mercato ormai pullulla di alternative “premium”, forse un po’ meno originali dell’S7 ma pur sempre di alto livello.

Ti potrebbe piacere anche

I più letti