Drew Angerer/Getty Images
Tecnologia

Pokemon GO: come si gioca

Come muoversi, come catturare i Pokemon, come farli evolvere: tutto sulla nuova app in realtà aumentata creata da Nintendo in collaborazione con Niantic

Pokemon GO, il gioco che in America, Australia, Nuova Zelanda e Giappone sta stracciando tutti i record, è da qualche ora disponibile anche in Italia. Anche per gli utenti tricolori è arrivato finalmente il momento di cimentarsi coi celebri mostriciattoli creati da Satoshi Tajiri in versione realtà aumentata.

[Leggi anche: Pokemon GO, tutte le storie più assurde]

Ma come si gioca? Come si catturano i Pokemon? Come si avanza di livello? Ve lo spieghiamo qui di seguito in 10 semplici punti. [Scorri Avanti per continuare]

Per cominciare

Una volta scaricato il gioco (per il momento disponibile solo per dispositivi Android e iOS) dobbiamo innanzitutto registrarci: possiamo iscriverci al Pokemon Trainer Club, inserendo nome utente e password, oppure, per accelerare la prassi, collegarci all’account di Google. Una volta sbrigate le formalità di registrazione non ci resta che scegliere l’avatar del nostro personaggio e personalizzarne il look (capelli occhi, vestiti). A questo punto siamo pronti per giocare.

Scopo del gioco

Come da tradizione Pokemon, anche in questa versione del gioco l’obiettivo è catturare il maggior numero di Pokemon, farli evolvere e combattere per salire di livello. La differenza rispetto al passato sta soprattutto nella modalità di gameplay: il giocatore, in questo caso, utilizza la geolocalizzazione e la realtà aumentata come ambientazione del gioco. Il nostro avatar, in pratica, si muove in un ambiente virtuale ma creato sulla base delle cartografia terrestre; nei momenti clou del gioco – ad esempio quando siamo davanti a un Pokemon da catturare – si passa alla vista in realtà aumentata: grazie alla fotocamera dello smartphone (che si attiva automaticamente), il gioco ci mostra i personaggi e gli elementi virtuali del gioco sovrapposti a quelli reali che sono davanti all'obiettivo.

Dove si trovano i Pokemon

Per trovare i Pokemon bisogna cercarli… in giro per il mondo. Come abbiamo appena visto, infatti, Pokemon GO è un gioco location based che posiziona tutti gli elementi del gioco in uno spazio basato sulle mappe terrestri o sui luoghi inquadrati dalla fotocamera. Camminando per il circondario, dunque, vedremo il nostro avatar muoversi all'interno una planimetria molto simile a quella di Google Maps. I Pokemon appariranno all’interno della mappa, ma in maniera diversa a seconda del momento della giornata; alcuni Pokemon arriveranno di giorno, altri si paleseranno al crepuscolo o di notte. L’applicazione, in ogni caso, ci avvisa ogni qual volta intercetta dei Pokemon nei paraggi.

Come si catturano i Pokemon

Per catturare un Pokemon è necessario colpirlo con una Poke Ball, una specie di palla da bowling bianco-rossa. Le Poke Ball, così come altri strumenti presenti nel gioco, possono essere acquisite sul campo all'interno dei cosiddetti Pokestop o mediante le monete. Per centrare il bersaglio è necessario direzionare la “palla” nel modo giusto e con la giusta potenza, sfruttando il movimento delle dita sullo schermo. Il primo Pokemon (che può essere scelto fra Bulbasaur, Charmander e Squirtle) non viene regalato, ma va catturato mediante una procedura molto semplice (quasi una demo). Il livello di difficoltà è variabile: di norma i Pokemon circondati da un cerchio verde sono i più facili da colpire, mentre quelli cerchiati di giallo, o di rosso, richiedono una maggiore precisione nel lancio.

Come si fanno evolvere i Pokemon

Una volta catturati, i Pokemon finiscono nel Pokedex, una sorta di portafogli virtuale nel quale "collezionare" i mostriciattoli colorati. Ogni Pokemon ha delle caratteristiche intrinseche che possono essere accresciute attraverso le funzioni Potenzia e Fai Evolvere. Nel primo caso è necessario utilizzare un certo quantitativo di polvere di stelle e caramelle, per quanto riguarda l’evoluzione sono invece sufficienti le sole caramelle. Ma come si ottengono questi power up? La polvere di stelle ci viene donata ogni qual volta catturiamo un Pokemon o quando riusciamo a far schiudere un uovo, le caramelle sono invece una dote specifica di ogni Pokemon che ereditiamo nel momento in catturiamo un doppione.

Le uova

Un metodo alternativo per collezionare un nuovo Pokemon è far schiudere le uova trovate nei PokeStop o acquistate nei PokeStore. Affinché ciò accada è necessario riporre le uova nell’incubatrice e percorrere la distanza richiesta (che varia, in genere da 2 a 10 chilometri a seconda del tipo di Pokemon). Attenzione però: affinché il gioco registri i chilometri percorsi non basta tenere lo smartphone in tasca, è necessario che l’applicazione sia aperta e attiva.

Quali oggetti possiamo trovare nel gioco e a cosa servono

Per proseguire nel gioco e superare i vari livelli previsti è necessario dotarsi di una serie di strumenti più o meno utili. Oltre alle già citate Poke Ball, possiamo procurarci “palle” più potenti (Megaball, Ultraball e Masterball), pozioni magiche o revitalizzanti, indispensabili per rianimare o rinvigorire i Pokemon feriti dopo le battaglie, aromi e moduli esca, utili per attirare i Pokemon, uova fortunate (da non confondere con le uova di Pokemon), utilizzabili per guadagnare punti esperienza, e funzioni di ampliamento, per aumentare lo spazio a disposizione per ospitare oggetti e Pokemon. Molti di questi items possono essere trovati nei cosiddetti Pokestop, i punti di interesse all'interno delle mappe (si riconoscono perché evidenziati evidenziato in blu). Altri, invece, possono essere acquisiti solo attraverso le monete di Pokemon (Pokecoins), che si guadagnano attraverso i combattimenti o mediante gli acquisti in-app (Pokestore). 

Dove e come possiamo far combattere i Pokemon

Superato il quinto livello, sarà possibile accedere alle palestre (Gym), luoghi speciali nei quali far combattere i Pokemon. Al primo ingresso, il gioco ci chiederà di selezionare uno fra i tre team che raccolgono i giocatori di tutto il mondo (Giallo, Blu, o Rosso). La scelta condizionerà le nostre azioni ai successivi accessi: quando capiteremo davanti una palestra alleata (ovvero dello stesso colore della nostra squadra), potremo inserire un Pokemon di sorveglianza o allenarlo in modo da acquisire punti esperienza e monete; per conquistare una palestra che invece non è del colore del nostro team dovremo necessariamente combattere. Due gli aspetti che influenzano la lotta: la potenza del nostro Pokemon e la destrezza nel combattimento. Per quest'ultimo aspetto occorre curare il movimento delle dita sullo schermo: ciò ci consentirà di effettuare un attacco normale (tap singolo), un attacco speciale (pressione lunga) o schivare un colpo (swipe a destra o sinistra).

Come aumentare l’esperienza del nostro personaggio

Con i Pokemon evolve anche il nostro avatar-allenatore. Per questo dobbiamo raccogliere punti esperienza, catturando nuovi Pokemon, combattendo in una palestra o effettuando altre azioni utili al gioco. Ad esempio possiamo ottenere 10 PE per ogni lancio "buono" di una pokeball (che diventano 50 per con i lanci "ottimi"), 100 PE dalla cattura di un Pokeball, 200 PE ad ogni schiusura di uova, 500 PE per la cattura di ogni Pokemon nuovo. Oltre ai punti esperienza è possibile conquistare le medaglie, ricompense per obiettivi conquistati nel gioco. Alcune si ottengono semplicemente camminando, altre con azioni più specifiche, ad esempio registrando un Pokemon nel Pokedex, o facendoli evolvere.

Ti potrebbe piacere anche

I più letti