News

Test università a numero chiuso: 7 cose da sapere

In 79 mila proveranno a entrare nelle facoltà con posti limitati. Ecco chi sono, a cosa aspirano, i punti da raggiungere

Parte la "carica" dei 79 mila aspiranti universitari dei corsi a numero chiuso. Iniziano domani, infatti, i test per l'accesso ai corsi universitari a numero programmato a livello nazionale per l'anno accademico 2015/2016.

I candidati

Sono 79.450; a luglio si sono iscritti alle prove attraverso il portale Universitaly.it del Miur. In 60.639 hanno fatto domanda per il test di Medicina e Odontoiatria (test unico), in 10.994 per Architettura, in 7.818 per Veterinaria. Successivamente i candidati hanno dovuto confermare la loro volonta' di partecipazione versando una tassa di iscrizione alle prove. I candidati che hanno ulteriormente perfezionato l'iscrizione sono 57.041 per il test di Medicina-Odontoiatria; 9.985 per Architettura; 6.716 per Veterinaria.

I posti disponibili

Il ministero dell'Istruzione, Universita' e Ricerca ricorda che sono: 9.530 per Medicina, 792 per Odontoiatria, 717 per Veterinaria, 7.802 per Architettura.

Le prove

Anche per le prove di quest'anno restano 60 i quesiti a cui i candidati dovranno rispondere in 100 minuti, mentre la ripartizione del numero di domande per ciascun argomento e' stata modificata in favore del numero dei quesiti delle materie 'disciplinari' con una riduzione delle domande di cultura generale e logica. Per il test di Medicina in lingua inglese le iscrizioni a luglio sono state 3.918. La tassa d'iscrizione e' stata poi versata da 3.885 candidati. I posti sono 204 per cittadini comunitari e non residenti in Italia e 101 per i non comunitari residenti all'estero.

Le date

Si comincia domani con la prova unica di Medicina e Odontoiatria. Seguiranno Veterinaria il 9 settembre, Architettura il 10 settembre, Medicina in Inglese il 16.

Le proteste

Sui test d'ingresso continuano a protestare le associazioni degli studenti. In particolare, Link, Udu e Rete della Conoscenza, che annunciano iniziative di protesta in tutti i principali poli universitari del Paese, vale a dire Roma, Napoli, Milano, Torino, Bologna, Bari, Salerno, L'Aquila, Campobasso, Pisa, Siena, Ferrara, Padova, Udine e Trieste.

I punti per diventare medico

Ne servono 33,70 per l'esattezza. Questo, ricorda Skuola.net, è stato il punteggio realizzato nel 2014 dal meno bravo che è riuscito comunque a passare il test accaparrandosi l'ultimo posto disponibile, il numero 10.551. Infatti, sebbene per essere sufficienti serva raggiungere almeno 20 punti, farlo comunque non assicura il posto a medicina. Il massimo è fissato a 90 punti, ma il più bravo del 2014 ha ottenuto 80,50 (punteggio medio 54,30).

La materia più difficile

È cultura generale, dove i primi mille del test di medicina 2014 hanno scivolato con più facilità. 1.07 è stato il loro punteggio medio su un massimo di 6 punti. Logica, al contrario puo' aiutar.

Ti potrebbe piacere anche

I più letti