ANSA
News

Perché Filippo Nogarin è indagato

Il sindaco pentastellato di Livorno è accusato di omicidio colposo per l'alluvione del 2017 che uccise 8 persone

Il sindaco di Livorno, Filippo Nogarin (M5S), è indagato per l'alluvione che tra il 9 e il 10 settembre 2017 costò la vita a 8 persone e numerosi danni alla città. L'accusa è di concorso in omicidio colposo. 

L'atto era atteso da tempo e lo stesso Nogarin lo ha annunciato su Facebook. "Non sono stupito per questa indagine": come sindaco, scrive Nogarin nel post, "sono il diretto responsabile della protezione civile comunale. Io so di aver operato nel massimo rispetto delle leggi e delle procedure, ma è chiaro che davanti alla morte di 8 persone gli investigatori debbano approfondire ogni dettaglio ed esaminare la condotta di ciascuno degli attori in campo quella notte e non soltanto".

Nei giorni precedenti all'alluvione era arrivato anche al Comune di Livorno un'allerta arancione, ma dall'Amministrazione non era partito nessun tipo di allarme alla popolazione. "L'ipotesi di accusa - spiega ancora su fb Nogarin - è molto pesante, sarei un irresponsabile e un pazzo se la sottovalutassi. Oggi ho fornito agli inquirenti tutte le risposte e le spiegazioni che mi sono state richieste e sono a completa disposizione dei magistrati per chiarire loro, anche nei prossimi giorni, ogni eventuale dubbio".

Per Nogarin si tratta della quarta inchiesta dall'inizio del suo mandato.

Per saperne di più


Ti potrebbe piacere anche

I più letti