Charles McQuillan/Getty Images
News

Storico referendum: Irlanda al voto sui matrimoni gay

Seggi aperti fino alle 22 per la prima consultazione popolare sul tema a livello mondiale: domani il risultato. Foto: la campagna pro "yes"

Dalle 7 di questa mattina fino alle 22 locali: quindici ore di seggi aperti per far decidere a 3,2 milioni di irlandesi aventi diritti al voto se autorizzare o meno il matrimonio di coppie gay. Un referendum storico non solo per la predominante componente cattolica del Paese (più dell'85% della popolazione), ma anche perché l'Eire è il primo Paese ad aver indetto una consultazione popolare sulle unioni civili di persone dello stesso sesso.


Gli scrutini inizieranno alle 9 di sabato mattina e nel giro di qualche ora si dovrebbe sapere se a prevalere sono stati i "si'' oppure i "no". Con quello sulle nozze gay che non è l'unico quesito referendario per modificare la Costituzione sottoposto ai cittadini irlandesi, chiamati a dare il loro parere anche sulla proposta di ridurre l'età per diventare presidente della Repubblica portandola dagli attuali 35 anni ai 21.

La (colorata) campagna per far votare "yes"

Ti potrebbe piacere anche