Il Papa negli Usa: i 5 perché di un viaggio storico
Justin Lane / Ansa
Il Papa negli Usa: i 5 perché di un viaggio storico
News

Il Papa negli Usa: i 5 perché di un viaggio storico

Dalla relazione privilegiata con Obama al rapporto con i latinos, fino al discorso alle Nazioni Unite

Il discorso al Congresso

Il Congresso degli Usa Mandel Ngan / Getty Imagines

Non è mai successo prima: il discorso di un pontefice di fronte al Congresso degli Stati Uniti riunito in seduta comune. L'idea è stata dello Speaker della Camera John Boehner, devoto cattolico, che aveva già invitato Benedetto XVI.  Ratzinger aveva però declinato l'invito, accettato poi da Papa Bergoglio. Il suo intervento a Capitol Hill sarà uno degli appuntamenti clou del suo viaggio negli Usa. 

Giovedì 24 settembre, Francesco entra nel tempio della politica statunitense in un momento particolare: l'inizio della campagna elettorale per le presidenziali del 2016.  Il Papa toccherà alcuni dei temi di cui si discute nei dibattiti elettorali: immigrazione, diseguaglianze economiche, ambiente. E, le sue posizioni sono opposte a quelle dei candidati repubblicani.

Per gli esponenti del GOP, il discorso di Francesco potrebbe risultare un problema. Bergoglio suscita simpatie e consenso negli Stati Uniti. Un'indiretta pubblicità negativa per i repubblicani. 

L'alleanza con Obama

Barack Obama e Papa Francesco in Vaticano Getty Imagines / GABRIEL BOUYS

Questa fotografia la dice lunga sul rapporto tra Barack Obama e Francesco. I due si stimano. In realtà, è stato il presidente americano a cercare per primo un contatto con il pontefice argentino, il quale ha poi ricambiato l'attenzione.

Dopo la visita in Vaticano di Obama, ora è la volta di Bergoglio di recarsi alla Casa Bianca. L'incontro tra i due si attende caloroso. Obama e il Papa hanno idee simili sull'ambiente, sulla giustizia sociale e anche su alcuni aspetti della politica estera. E'stato grazie alla Santa Sede che Stati Uniti e Cuba si sono riavvicinati dopo cinquanta anni di Guerra Fredda.

L'incontro di Washington potrà rinsaldare questa alleanza, in prospettiva, così importante soprattutto sul terreno dell'ambiente e dell'ecologia.

Le Nazioni Unite

La sede delle Nazioni Unite a New York Stan Honda / Getty Imagines

Il discorso più politico di Papa Bergoglio si terrà alle Nazioni Unite venerdì 25 settembre. Di fronte ai potenti della Terra parlerà della questione ambientale. Il suo sarà una sorta di appello-esortazione ai governi di tutti i continenti affinché facciano tutto quello che possono per salvare il pianeta.

Con la sua enciclica Laudato Sì, Francesco è entrato a pieno diritto nel dibattito sulla riduzione dei gas e sull'effetto serra, ed è diventato uno dei più autorevoli interlocutori sulla materia.

Il suo intervento all'Onu è molto atteso per questo: perché potrebbe produrre una svolta. Soprattutto potrebbe consolidare l'alleanza con l'amministrazione Obama in vista del Vertice di Parigi sul Clina, uno dei più importanti appuntamenti dei prossimi mesi.

La loro posizione comune potrebbe condizionare quella di molti altri governi.

Parlare in spagnolo

Souvenirs di Papa Bergoglio Getty Imagines / MANDEL NGAN

Un altro dei motivi di grande interesse della visita di Francesco negli Usa è che non userà l'inglese, se non raramente. Argentino, Bergoglio, terrà alcuni dei discorsi ufficiali in spagnolo. Potrebbe apparire una questione secondaria.

In realtà, non lo è. Possiamo considerarla altamente simbolica. Il Papa arriva negli Stati Uniti nel pieno di una campagna elettorale monopolizzata da un Donald Trump che attacca un giorno si e un giorno no gli immigrati clendestini, per lo più latinos. Queste sue posizioni hanno suscitato molto seguito, tanto che il miliardario è in testa nei sondaggi del GOP.

Trump ha criticato i personaggi pubblici che parlano spagnolo in pubbliche occasioni. Per lui è il segnale dell'invasione di stranieri. Bergoglio farà esattamente quello che il miliardario non vorrebbe. Francesco, di fatto, conosce poco l'inglese.

E' la prima volta che si reca negli Stati Uniti, che non ha mai visitato prima. I suoi discorsi in spagnolo rimarranno nella memoria degli americani.

La Chiesa Cattolica negli Usa

Un murales a New York Getty Imagines / Jewel Samad

Saranno molti gli incontri pastorali durante la visita del Papa negli Usa. Bergoglio non sembra essere intenzionato a polemizzare con Obama su questioni come aborto o matrimoni omosessuali, ma è molto significativo il fatto che il suo viaggio si chiuda con la Santa Messa della giornata conclusiva del Settimo Incontro Mondiale delle Famiglie.

Bergoglio ha una grande opportunità: può ridare ossigeno alla Chiesa Cattolica Americana, dopo alcuni anni di difficoltà, provocati soprattutto dallo scandalo dei petri pedofili che ha squassato la vita di diverse diocesi. Vedremo quale sarà l'entità delle folle che si raduneranno al Madison Square Garden di New York o al B. Franklin Park di Filadelfia.

Le autorità si attendono decine di migliaia di persone. un segno di vitalità dei cattolici americani.

Ti potrebbe piacere anche

I più letti