Bossetti e il padre di Yara lavoravano nello stesso cantiere
ANSA/PAOLO MAGNI
Bossetti e il padre di Yara lavoravano nello stesso cantiere
News

Bossetti e il padre di Yara lavoravano nello stesso cantiere

Nei giorni in cui la ragazzina è scomparsa, Fulvio Gambirasio e il presunto assassino prestavano opera insieme nello stesso cantiere - Tutti gli articoli sull'inchiesta  - Foto

Nei giorni in cui Yara è scomparsa, Massimo Giuseppe Bossetti e Fulvio Gambirasio, papà della tredicenne di Brembate, orbitavano e prestavano la loro opera all’interno dello stesso cantiere. Il primo come muratore, il secondo con la sua ditta che realizza coperture per costruzioni. I due si conoscevano, stando alle dichiarazioni fornite nelle scorse ore ai carabinieri dalle persone che in quei giorni lavoravano nello stesso cantiere. Tanto che nei giorni successivi alla sparizione della ragazza, Fulvio Gambirasio è tornato per un attimo al lavoro, sconvolto e scuro in faccia, e tra coloro che gli si sono avvicinati per una parola di conforto ci sarebbe stato anche Bossetti.

Questa notizia che, ripetiamo, sarebbe stata confermata agli inquirenti proprio nelle scorse ore, è di estrema importanza perché apre un possibile scenario nella dinamica del sequestro di Yara, fino a ora oscura. È stata prelevata a forza mentre camminava all’uscita della palestra quella sera? È stata tratta in inganno da qualcuno che conosceva? Magari con una scusa del tipo vieni con me perché tuo papà è rimasto bloccato in cantiere. È salita di sua spontanea volontà? Ognuna di queste ipotesi sarebbe finalmente aperta nell’attesa che Bossetti si decida a parlare per dimostrare la sua innocenza e raccontare la sua verità.

Certo, questa ricostruzione, cozza con le parole della mamma e del papà di Yara riportate nei giorni scorsi dai maggiori quotidiani, secondo i quali, i genitori avrebbero detto agli inquirenti di non conoscere Bossetti: «Forse l’abbiamo visto in paese, da giovani», ma nulla di più. Al riguardo va segnalato l'intervento dell'ex questore di Bergamo, Vincenzo Ricciardi, ora in pensione ma protagonista nella prima fase dell'indagine, che a domanda se i genitori di Yara conoscessero Bossetti ha risposto: "La mamma sicuramente no".

Ti potrebbe piacere anche

I più letti