La sostenibilità ambientale diventa arte
Second Life: tutto torna
La sostenibilità ambientale diventa arte
Green

La sostenibilità ambientale diventa arte

«Second Life: tutto torna» è il titolo del bando del concorso di arte e sostenibilità promosso da Alia, l’azienda che gestisce il ciclo ambientale in Toscana. Le opere ammesse? Dovranno rappresentare la «seconda vita» dei rifiuti.

Dopo il grande successo della prima edizione è stato pubblicato il bando per la seconda edizione di “Second Life: tutto torna”, il concorso di arte e sostenibilità promosso da Alia Servizi AmbientaliSpA, l’azienda che gestisce il ciclo ambientale in Toscana, nelle province di Firenze, Prato, Pistoia.Alla prima edizione 2021/2022, sono oltre cento le opere arrivate da tutta Italia, prodotte da giovani artisti – per la stragrande maggioranza esordienti, studenti o appena diplomati delle Accademie e delle scuole d’arte di un’età compresa tra i 24 e i 26 anni - che si sono misurati sul tema della sostenibilità.

Per partecipare alla nuova edizione 2022/2023 è necessario realizzare un’opera d’arte ispirata al valore della sostenibilità in tutte le sue accezioni (ambientale, sociale etc), alla salvaguardia dell’ambiente e del decoro urbano, all’impegno nel dare una seconda vita alla materia in linea con le regole dell’economia circolare: riduzione, riutilizzo, riciclo e recupero. «L’intento promozionale e culturale è quello di incrementare il numero degli aspiranti, di attestare la qualità raggiunta sin dalla prima edizione, e di fare di “Second Life: tutto torna” un appuntamento annuale sempre più sentito presso i giovani artisti e tutto l’ambiente della creatività visiva, in ambito nazionale» ha dichiarato il curatore della mostra della I° edizione, docente dell’Accademia di Brera, Prof. Marco Meneguzzo . «La prima edizione ha, infatti, confermato nei fatti il profondo radicamento del tema, presso gli artisti più giovani, tanto da farne un vero e proprio “tema generazionale”, le cui articolazioni e interpretazioni sono numerosissime e a volte, come si è visto anche nella prima edizione, sorprendenti».

L’edizione di esordio è stata al femminile: le tre opere vincitrici e le tre menzioni speciali, sono tutte create da giovani artiste. Tutte le 30 opere selezionate sono state esposte in una mostra itinerante presso location di eccezione come ilTeatro del Maggio Musicale di Firenze, Officina Giovani di Prato, il Palazzo Comunale di Pistoia e la sede della Fondazione Evolve Maire Tecnimont a Milano.«Abbiamo deciso di confermare questo appuntamento di rilievo nazionale rivolto ai giovani talenti che da tutta Italia vorranno partecipare» spiega Nicola Ciolini Presidente di Alia- avendo la Toscana come palcoscenicoì.Tra tutte le opere pervenute ne verranno scelte 30 da parte di giovani curatori italiani; le finaliste e vincitrici saranno esposte in prestigiose sedi toscane a Firenze, Pistoia, Prato ed Empoli in quattro mostre successive, a partire da novembre prossimo per circa un anno.

Le opere potranno essere realizzate su qualunque supporto e con qualsiasi materiale (pittura, scultura, fotografia, audiovideo, ecc.), e dovranno essere inviate entro il 20 ottobre 2022 ad Alia, gestore di igiene urbana della Toscana centrale.Tra le opere selezionate, entro il 28 ottobre, una giuria - composta dal curatore, un rappresentante di Alia ed un delegato di ciascuna istituzione ospite - sceglierà le prime 3 opere classificate, che riceveranno un premio-acquisto dell’opera, fino ad un massimo di 3 menzioni speciali. Un premio - acquisto speciale verrà, inoltre, assegnato dalla Evolve Maire Tecnimont Foundation.

Il catalogo che verrà realizzato conterrà tutte le opere selezionate ed in mostra. Per informazioni e dettagli sul bando ed il concorso: https://www.secondlifecontest.it/

Related Articles Around the Web

I più letti