Corea del Nord: la minaccia dei missili anti-nave

Accertata la presenza di due Strormpetrel su un vascello di pattugliamento. Era dal 2014 che Pyongyang non metteva in atto mosse di questo tipo

test-missilistici-corea-nord

Installazioni missilistiche della Corea del Nord, giugno 2017 – Credits: JUNG YEON-JE/AFP/Getty Images

Redazione

-

È l'ennesima provocazione contro gli Stati Uniti d'America. Il gesto, compiuto da Pyongyang i primi giorni di agosto non si verificava dal 2014 come ha ricordato la Fox, l'emittente televisiva che ha dato la notizia: la Corea del Nord ha caricato due missili anti-nave su un vascello di pattugliamento sulla costa orientale. È quanto hanno potuto accertare qualche giorno fa i satelliti spia americani.

È la risposta, aggressiva, di Pyongyang alla politica degli Usa che si sono fatti capofila della richiesta di sanzioni da parte dell'Onu votate poi da tutti i mebri, Cina e Russia comprese. Solo pochi giorni fa il segretario di Stato Usa Rex Tillerson aveva chiesto a Pyongyang di interrompere i test missilistici per dare un segnale di essere pronta al dialogo. Ma la risposta di Kim Yong-un è stata chiara: "la risposta della Corea del Nord sarà mille volte più grave delle sanzioni imposte e sul tavolo della negoziazione non ci sarà mai il riarmo nucleare".

Per saperne di più

 
© Riproduzione Riservata

Leggi anche

Corea del Nord: come si rafforzano i rapporti commerciali con la Cina

Le esportazioni di Pechino verso Pyongyang sono cresciute del 30 per cento. Tutte le ambiguità nelle relazioni tra i due Paesi

Corea del Nord: nessuna risposta per le "riunioni di famiglia"

Per le 18 mila persone separate dal 38° parallelo dopo la guerra, il governo sudcoreano del presidente Moon Jae-in spera in una nuova serie di trattative

Corea del Nord: com'è la capitale Pyongyang - Foto

Da Piazza Kim Il-Sung alla Torre del Juche, dai palazzi stalinisti degli anni '50 ai quartieri nuovi di zecca, ecco la parte "fotografabile" della città

Corea del Nord: Kim Jong-un vuole il fuso di Pyongyang

L'ultimo capriccio del dittatore coreano: dal 15 agosto la lancetta dell'orologio indietro di 30 minuti a metà tra Pechino e Seul-Tokyo

Commenti