Parlare in pubblico: nove segreti per farlo con successo
Justin Sullivan/Getty Images
Parlare in pubblico: nove segreti per farlo con successo
Economia

Parlare in pubblico: nove segreti per farlo con successo

Intrattenere, condividere e creare un legame con chi ascolta, ecco alcune idee per comunicare in modo efficace

Gli esperti concordano: parlare in pubblico con successo è una qualità che può far decollare o sprofondare una carriera. Molto spesso, i realtà, le migliori presentazioni sono quelle in cui non sembra di assistere a una presentazione. Quali sono i trucchi del mestiere? Business Insider ne ha raccolti alcuni, perché la premessa è che pochi nascono bravi oratori, ma quasi tutti hanno la possibilità di diventarlo.

Il primo suggerimento: sottolineate chi siete. Anche se nella maggior parte delle conferenze, sarete stati presentati, aggiungere informazioni personali è un modo per accendere l’attenzione. Bastano solo una o due frasi per spiegare in che modo la vostra esperienza è importante e per quali ragioni siete la persona giusta per raccontarlo.Secondo: fatevi trovare. Un sacco di proiezioni terminano con una slide che riporta il nome dell'esperto, il sito internet, l’indirizzo email o l’account di Twitter. Di solito, però, l’immagine resta in visione per un tempo troppo breve. Meglio, proiettarla all’inizio, mentre vi presentate. Terzo: condividete una storia. La gente, infatti, ama le storie. Quando volete spiegare qualcosa, provate a tradurlo con un aneddoto o anche con una barzelletta. Se la storia vi riguarda, è perfetto. Se la storia è anche divertente, tanto meglio. Ricordatevi che è possibile informare e intrattenere allo stesso tempo. Senza contare che se le persone si divertono, sono portate ad ascoltare più volentieri.

Quarto: ricordate che gli oratori più efficaci e di maggior successo sono quelli che sanno conquistare il cuore dei propri interlocutori. Organizzare una buona presentazione richiede del tempo, ma diventa uno spreco di energie se rimane una distanza fra chi parla e chi ascolta. A questo proposito, il quinto suggerimento riguarda strategie per entrare in contatto con chi vi ascolta. Un modo per farlo è guardare il pubblico il più a lungo possibile, prima di iniziare a parlare. Anche cercare di stabilire il maggior numero di contatti visivi aiuta. Se la platea è numerosa, fermate lentamente lo sguardo su alcune file e sorridete, questo darà a molti dei presenti la sensazione di un gesto diretto specificamente a sé. Sesto: usate slide e presentazioni in PowerPoint solo per sottolineare i concetti chiave del vostro intervento. Ma soprattutto, evitate nel modo più assoluto di leggere le slide ad alta voce: chi vi ascolta è perfettamente in grado di leggere da solo.

Settimo: rispettate i tempi. State prendendo in prestito il tempo di chi vi ascolta, quindi se vi sono stati assegnati trenta minuti, non sforate. Un intervento più breve, ma puntuale lascia spazio alle domande e le domande non mancheranno, soprattutto se la presentazione è stata interessante. Ottavo: sentitevi liberi di ripetere e sottolineare quello che ritenete importante. In media, la gente ascolta il 30% di quello che dice un oratore, perché impegnata nel cercare di inserire i concetti nella cornice del proprio pensiero e della propria esperienza. Cercate, dunque, di organizzare le informazioni in modo facilmente comprensibile e utile. Infine, date a chi vi ascolta qualcosa da portare a casa. L’informazione, infatti, va bene, ma aggiungete indicazioni tangibili su come mettere in pratica almeno un’idea.

Ti potrebbe piacere anche

I più letti