terrorismo islamico
(Ansa)
terrorismo islamico
Cronaca

Tutti gli attentati di terrorismo islamico in Europa del 2020

Siamo sotto attacco e la lista degli attacchi al grido di Allah Akbar si allunga, tristemente

Da Parigi a Vienna, la lista degli attentati terroristici del 2020 parla di 10 attacchi di matrice Jihadista avvenuti in Europa. Un fatto che va ad aumentare ulteriormente il clima di forte tensione dovuto allo stato pandemico in corso.

- 3 gennaio 2020 a Parigi, un uomo ha accoltellato quattro persone nel parco dipartimentale degli Hautes Bruyères a Villejuif, nella periferia sud della città. L'accoltellatore Nathan C. era un 22enne residente a Parigi, convertito all'Islam e in cura presso un centro psichiatrico per schizofrenia. Durante l'attentato indossava una djellaba (abito tradizionale arabo) ed ha gridato più volte "Allah Akbar". Il giovane è stato poi ucciso in un centro commerciale dagli agenti della polizia francese. Tra le vittime dell'attacco un passante che ha protetto la moglie con il proprio corpo.

- 2 febbraio 2020 a Londra si è consumato il secondo attentato dell'anno. Un giovane sorvegliato speciale armato di machete e con indosso un falso gilet esplosivo, ha ferito tre persone a Streatham quartiere a sud della City. L'attentatore si chiamava Sudesh Amman e aveva 20 anni. Il ragazzo prima di essere ucciso dagli agenti in borghese ha aggredito varie persone. Lo Stato Islamico ha rivendicato la responsabilità dell'attacco terroristico su Telegram: "L'attentatore nell'area di Streatham è un nostro combattente e ha effettuato l'attacco in risposta all'invito di assalire i cittadini delle nazioni che partecipano alla coalizione internazionale contro l'ISIS".
Lo stesso giorno e poche ore dopo un episodio simile è avvenuto a Gand in Belgio. Una donna ha aggredito due persone con un coltello per strada ed è stata fermata con un colpo di pistola alla mano dalla polizia. Nell'attacco sono state ferite almeno due persone, una delle quali con una coltellata all'addome poi soccorsa in una tenda allestita per l'emergenza dai vigili del fuoco.

Da febbraio gli attacchi si sono interrotti e sono ripresi ad aprile in Francia.

- 28 aprile 2020, un cittadino francese di 29 anni ha fatto irruzione con la sua auto contro un posto di blocco della polizia nel quartiere di Colombes a Parigi ferendo 3 agenti. L'uomo è stato arrestato e nel corso della perquisizione all'interno della sua auto, sono stati trovati un coltello e una lettera in cui l'attentatore prestava giuramento all'ISIS sostenendo di voler imporre la legge islamica (Sharia) nel mondo.

- 20 giugno 2020 nella città di Reading nel Regno Unito, un uomo ha ucciso tre persone e ne ha ferite tre. L'attacco è avvenuto nel parco Forbury Gardens nella valle del Tamigi. L'aggressore un 25enne di origini libiche di nome Saadallah è stato tratto in arresto. La polizia ha comunicato che si è trattato di "un attacco terroristico" compiuto da un uomo che era nel Regno Unito dal 2012 come turista e poi successivamente come richiedente asilo politico. Durante la sua permanenza in Francia ha avuto diversi problemi con la giustizia e prima dell'attentato era stato rilasciato dal carcere da due settimane.

- 25 settembre 2020 gli attacchi si spostano nuovamente in Francia, un uomo di origine pachistana ha ferito con un machete quattro persone davanti la vecchia sede di Charlie Hebdo. Il suo nome è Zaheer Hassan Mehmood ed ha 25 anni. Dopo l'assalto è stato fermato a poche centinaia di metri dall'aggressione ricoperto di sangue. Per lui è scattata l'accusa di tentato omicidio in relazione a un attacco terroristico. Arrestato ha mentito sulla sua età dicendo di avere 18 anni, un fatto secondo quanto dichiarato dal procuratore nazionale antiterrorismo Jean-Francois Ricard gli ha permesso di avere la tutela garantita ai minori al suo arrivo in Francia nel 2018.

- 16 ottobre 2020 neanche un mese dopo dall'ultimo attentato in Francia il professor Samuel Paty viene ucciso davanti la sua scuola di Conflans-Sainte-Honorine vicino Parigi, perché aveva mostrato delle vignette satiriche di Charlie Hebdo agli studenti della sua classe. A decapitare l'insegnante Abdoulakah Anzorov un 18enne di origine cecena ucciso dalla polizia subito dopo. Ad indicare la vittima al terrorista due suoi studenti di 14 e 15 anni per la somma di 350 euro.
La Francia resta sotto attacco degli integralisti islamici ed è la volta di Nizza.

- 29 ottobre 2020 nella cattedrale di Notre Dame in Avenue Jean-Medecin un uomo ha ucciso tre persone con un coltello gridando "Allah Akbar". Il suo nome è Brahim Aouissaoui un tunisino di 21 anni sbarcato in Italia da Lampedusa il 20 settembre. "Il tunisino aveva in tasca un documento rilasciato dalla Croce Rossa italiana e si sta indagando sul suo percorso ed eventuali complicità che gli hanno consentito di arrivare in Francia da Bari, dove si sono perse le sue tracce dopo il 9 ottobre. L'uomo è comunque sconosciuto ai servizi di informazione francesi e le sue impronte digitali non sono nello schedario dei ricercati."

- 31 ottobre 2020 terzo attacco in Francia. A Lione il sacerdote di una chiesa greco ortodossa è stato colpito a colpi di arma da fuoco all'addome, mentre chiudeva la chiesa. L'aggressore si è dato alla fuga ed uno dei sospettati è stato rilasciato.

- 2 novembre 2020 cambia la modalità degli attacchi. A Vienna un commando terroristico addestrato militarmente attacca in 6 punti diversi della città sparando all'impazzata sui passanti partendo dalla zona della sinagoga. Durante gli attacchi sono rimaste uccise 4 persone e 22 sono state ferite. Colpito a morte dalla polizia uno degli attentatori Kujtim Fejzulai un ventenne nato e cresciuto a Vienna. L'attentato è stato rivendicato dall'Isis e nella città di Vienna è caccia ai terroristi.

Ti potrebbe piacere anche

I più letti