Matteo Politanò

-

5 vittime in 3 mesi hanno scosso il mondo delle pornografia mondiale. Cause diverse, in alcune circostanze ancora da chiarire, ma che fanno emergere un problema diffuso tra le pornostar: un mix di eccessi e depressione che spesso isola e condanna le giovani ragazze.

Novembre 2017 - La prima vittima è stata Shyla Stylez, attrice hard canadese di 35 anni deceduta nel sonno a Los Angeles mentre era in visita alla madre. Le cause del decesso non sono state rese note.

Dicembre 2017 - August Ames, 23 anni, promessa del cinema hard, si toglie la vita dopo essere stata accusata di omofobia. La ragazza, il cui vero nome era Mercedes Grabowski, aveva rifiutato di girare un film con un attore porno gay. "Non voglio mettere a rischio il mio corpo, non so cosa facciano nelle loro vite private" ha dichiarato scatenando gli insulti e le accuse. Una settimana dopo la polemica la ragazza si è tolta la vita impiccandosi in casa.

Dicembre 2017 - Pochi giorni dopo la morte di August Ames perde la vita Yuri Luv, 31 anni. Secondo i media americani il decesso sarebbe stato scatenato da un mix letale di droghe e farmaci.

Gennaio 2018 - La giovane pornostar Olivia Nova è stata trovata morta a soli 20 anni nella sua casa di Las Vegas. La giovane, che aveva iniziato la carriera nel cinema hard solo pochi mesi prima, avrebbe ingerito una massiccia dose di sonniferi.

Gennaio 2018 - La pornostar Olivia Lua, 23 anni, viene trovata morta nella clinica di riabilitazione dove era stata ricoverata. Le cause del decesso non sono state rese note.


© Riproduzione Riservata

Leggi anche

Il video della morte di Oscar Perez, il soldato anti-Maduro in Venezuela

Marina Ripa di Meana. Il video testamento prima della morte

Iran: la storia del ricercatore condannato a morte per spionaggio

Ahmadreza Djalali, arrestato nell’aprile 2016, collaborava con l’Università del Piemonte Orientale. Ora, per malattia dovrebbe essere sospesa la pena

Uccisa a 15 anni, quel che sappiamo sull'omicidio di Foggia

Nicolina è stata assassinata dall'ex compagno della madre che poi si è tolto la vita con la stessa arma

Omicidio di Lecce: la storia di Noemi, la 16enne uccisa dal "fidanzatino"

Il ragazzo, 17 anni, confessa. Indagato suo padre per concorso in omicidio. La madre di lei aveva denunciato il giovane temendo per la figlia

Commenti