ANSA
News

Cos'è il gelicidio, il pericolo della pioggia congelata

La zona più colpita d'Italia è la pianura Padana, soprattutto tra dicembre a gennaio. Come nasce e quali sono i rischi

Il freddo rigido è arrivato in tutta Italia insieme a neve e maltempo. Un'ondata polare si è abbattuta sulla nostra penisola portando all'attenzione una minaccia metereologica che non tutti conoscevano: il gelicidio.

In meteorologia il gelicidio è un fenomeno provocato dalla pioggia che cade al suolo in forma liquida gelando poi a contatto con il terreno. Un pericolo per la circolazione, stradale e pedonale, che trova il suo picco proprio in questi mesi, soprattutto nelle zone della pianura padana.

Le zone più colpite

I fenomeni di gelicidio sono fenomeni poco frequenti, solitamente registrati con picchi ogni sette/otto anni, in Italia soprattutto nella zona della pianura Padana nel periodo tra dicembre e gennaio. Tipico delle regioni europee centrosettentrionali, in ogni regione italiana c'è un termine dialettale diverso per definirlo: nelle zone dell'Appennino tosco-emiliano viene chiamato bruscello. Nella bassa bresciana calabrosa e nella zona di Bologna viene definito bioccio. Nel parmense è noto come vetroghiaccio mentre a Forlì viene definito vetrone.

Come nasce

Il fenomeno accade quando a livello del suolo è presente uno strato di aria fredda, con temperatura inferiore a 0°C, mentre sopra c'è uno strato d'aria più calda che consente la fusione della neve che cade dalle nubi.

La precipitazione che genera il gelocidio in origine è neve che si genera ad alta quota. Cadendo verso valle i fiocchi attraversano strati d'aria più caldi e si trasformano in gocce di pioggia. Quando le gocce toccano un suolo con una temperatura nuovamente sotto lo zero tornano allo stato ghiacciato dando vita ad uno strato noto come "vetrone".

I pericoli

Il gelocidio provoca forti disagi e pericoli per la circolazione stradale. La patina di ghiaccio rende scarsissima l'aderenza di qualsiasi tipo di pneumatico e anche per i pedoni è un ostacolo che può provocare rovinose cadute. Altro pericolo sono gli alberi che vengono avvolti dal "vetrone" e rischiano di perdere rami che vengono letteralmente spezzati dal rivestimento di ghiaccio piombando sul terreno sottostante.

Ti potrebbe piacere anche

I più letti