ibrahimovic milan infortuni muscolari partite saltate
Ansa
ibrahimovic milan infortuni muscolari partite saltate
Calcio

Ibrahimovic e il logorio del tempo: tutti gli infortuni

Decisivo quando è in campo e leader dello spogliatoio di Pioli, ma il Milan sta facendo i conti con i continui stop per problemi fisici: già 71 giorni senza campo

La lesione del muscolo lungo dell'adduttore sinistro, patita nel corso di Roma-Milan, è il terzo infortunio muscolare di Zlatan Ibrahimovic nel corso di questa stagione. Il quarto stop, considerando anche il periodo da contagiato Covid dello scorso autunno. Una serie di problemi fisici che ha fin qui tenuto lo svedese lontano dal campo per 71 giorni in sei mesi, limitando il suo apporto per la squadra di Pioli soprattutto a partire dal guaio di novembre a Napoli: prima è stato un grande Ibrahimovic (10 gol in 6 partite limitandosi al campionato), dopo i numeri sono cambiati e le statistiche scese.

Non siamo ancora all'allarme rosso, ma considerata l'età di Zlatan - che ha compiuto 39 anni a ottobre - e il suo pregresso medico prima di tornare al Milan, è chiaro che una riflessione si impone anche in vista delle scelte dei prossimi mesi, dal rinnovo del suo oneroso contratto per un'altra stagione alla scelta di un'alternativa di peso, magari giovane, da inserire nella rosa. Qualcuno che, però, metta in discussione anche l'assoluta titolarità dello svedese quando sta bene.

Se si prende in considerazione tutto il periodo rossonero di Ibrahimovic, al conto dei problemi muscolari bisogna aggiungere anche lo stop di 37 giorni tra maggio e luglio scorsi per una lesione al polpaccio che solo in parte ha avuto ricadute sul campionato perché accaduta il 25 maggio a calcio fermo per Covid e rientro il 1° luglio: 2 partite saltate. Poi, dalla ripartenza della nuova stagione, ecco lo stillicidio cominciato con l'annuncio della positività al Covid (24 settembre) e il conseguente stop per 24 giorni e 4 gare non disputate. Un mese in campo da leader e il 22 novembre l'infortunio al flessore della gamba sinistra al San Paolo di Napoli: 47 giorni e 11 partite da spettatore perché nel mezzo (18 dicembre) si era innestato anche un problema al polpaccio sinistro.

Ora la lesione all'adduttore che rischia di tenere Ibrahimovic fermo per non meno di tre settimane che significa rinunciare a 4 giornate di campionato e alla doppia sfida di Europa League contro il Manchester United. Andasse così, il conto delle gare senza Zlatan causa infortunio salirebbe a 23 di cui 21 in questa stagione. Ventuno su 43: una su due. Non poche per il pilastro del progetto tecnico del Milan.

Ti potrebbe piacere anche

I più letti