parigi-attentati-twitter
ANSA/TWITTER RITA KATZ
parigi-attentati-twitter
News

Parigi, la rivendicazione dell'Isis: "La capitale dell'abominio"

Prima l'hashtag "Parigi in fiamme", poi su Internet "Francia, hai ucciso-Sei stata uccisa" e adesso la conferma dell'attacco di "otto soldati del califfato"

L'Isis ha rivendicato gli attentati di Parigi: secondo la nota dei jihadisti, rilanciata da Site, il sito americano di controllo sulla propaganda islamista, gli attentatori-kamikaze in azione a Parigi sono stati otto.

"Un attacco di soldati del 'califfato' ha preso di mira la capitale dell'abominio e della perversione, quella che porta la bandiera dei 'crociati' in Europa", recita il farneticante comunicato jihadista. "Otto fratelli, con cinture esplosive e fucili d'assalto, hanno preso di mira obiettivi scelti minuziosamente nel cuore della capitale francese. Lo Stade de France durante la partita di due partiti crociati, Francia e Germania, al qualche assisteva lo scemo di Francia, Francois Hollande. Il Bataclan dove erano riuniti centinaia di idolatri in una festa di perversione insieme ad altri obiettivi simultaneamente nel X, XI e XII arrondissment". 

- LEGGI ANCHE: La cronaca degli attentati

- LEGGI ANCHE: I pericoli per l'Italia
- LEGGI ANCHE: Le reazioni online
- LEGGI ANCHE: L'11 settembre dell'Europa
- LEGGI ANCHE #porteouverte, la solidarietà dei parigini

"La Francia manda i suoi aerei in Siria, bombarda uccidendo i bambini, oggi beve dalla stessa coppa": è quanto afferma il canale Dabiq France (la rivista francese dello Stato islamico) assumendo la paternità degli attentati di Parigi del 13 novembre.

E stamattina la propaganda Isis ha diffuso un video, su cui però non c'è alcun riferimento di data, in cui un miliziano sostiene che la Francia non potrà vivere in pace fino a quando continuerà a bombardare i territori del califfato'.

L'Al-Hayat Media Center, una sorta di ufficio di comunicazione e propaganda del gruppo, ha espresso la minaccia attraverso un filmato in cui si vede un estremista che, affiancato da altri miliziani, incita i musulmani francesi a portare a termine altri attentati. "Fino a che continuerete a bombardare non vivrete in pace. Avrete paura persino di andare al mercato", sostiene il miliziano, che ha la barba lunga tipica dei jihadisti e parla in arabo. 

 

"O Francia: come tu hai ucciso, ora sei stata uccisa. Stiamo arrivando, o Francia"

"Ricorda, ricorda il 14 Novembre, Parigi. Non potranno dimenticare questo giorno, così come gli Americani l'11 settembre"

"La Francia ha inviato i suoi aerei in Siria ogni giorno, bombardando bambini e adulti, oggi beve dalla stessa coppa"

"Questo è solo l'inizio... Aspettate che i kamikaze arrivino con le loro auto"

Ti potrebbe piacere anche

I più letti